Diario quotidiano del 2 maggio 2014: scheda carburante valida solo se compilata a regola d’arte

restituzione di indebito di una Srl: il Fisco deve prima inviare l’avviso di accertamento all’amministratore; comunicazioni agli avvocati con Pec dal prossimo 16 giugno; decreto sulla detassazione produttività 2014 in G.U.; Camere di Commercio territorialmente competenti a sanzionare l’omessa convocazione dell’assemblea dei soci; scheda carburante valida solo se compilata a regola d’arte; prospetto informativo disabili: base di computo; Ministero Lavoro: garanzia giovani – dal 1° maggio al via il piano nazionale; convertito in Legge il D.L. 16/2014; disponibile l’aggiornamento del software di compilazione del modello di versamento F24; gestioni pubbliche: chiarimenti sull’obbligo di iscrizione alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali

 

Indice:

 1) Restituzione di indebito di una Srl: il fisco deve prima inviare l’avviso di accertamento all’amministratore

 2) Comunicazioni agli avvocati con Pec dal prossimo 16 giugno

 3) Decreto sulla detassazione produttività 2014 in G.U.

 4) Camere di commercio territorialmente competenti a sanzionare l’omessa convocazione dell’assemblea dei soci

 5) Scheda carburante valida solo se compilata a regola d’arte

 6) Prospetto informativo disabili: base di computo

 7) Ministero Lavoro: Garanzia Giovani – dal 1° maggio al via il Piano Nazionale

 8) Convertito in Legge il D.L. 16/2014

 9) Disponibile l’aggiornamento del software di compilazione del modello di versamento F24

 10) Gestioni Pubbliche: chiarimenti sull’obbligo di iscrizione alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali

 

 

 

1) Restituzione di indebito di una Srl: il fisco deve prima inviare l’avviso di accertamento all’amministratore

La sola iscrizione a ruolo di un debito non è sufficiente per chiedere all’amministratore della società il rimborso di somme erogate alla stessa dal Fisco e non dovute.

Somme indebitamente corrisposte dall’amministrazione finanziaria ad una S.r.l..

La Sesta Sezione civile, sottosezione tributaria, ha ritenuto che le somme indebitamente corrisposte dall’Amministrazione finanziaria in favore di una S.r.l., in forza di una sentenza tributaria poi cassata e ribaltata in sede di rinvio, costituiscono un debito della società stessa che, in ambito tributario, può riversarsi su coloro che l’hanno amministrata ove sussista un avviso di accertamento, ossia in presenza di un motivato provvedimento impositivo nel quale siano evidenziate le ragioni di un siffatto passaggio, non potendosi considerare sufficiente, a tale fine, la mera iscrizione a ruolo.

(Corte di Cassazione, Ordinanza n. 8701 del 14 aprile 2014)

 

 

2) Comunicazioni agli avvocati con Pec dal prossimo 16 giugno

Al via la Pec obbligatoria nella giustizia amministrativa arriva. Dal 16 giugno 2014, infatti, le comunicazioni agli avvocati difensori costituiti vanno inviate esclusivamente tramite posta elettronica certificata. Lo ha comunicato il segretariato generale della giustizia amministrativa a dirigenti e segretari del consiglio di stato e dei Tar, fornendo le linee operative relative alle comunicazioni ai difensori costituiti a mezzo Pec. Istruzioni che il Consiglio nazionale forense ha inviato a sua volta ai presidenti dei consigli dell’ordine degli avvocati in una circolare (n. 8-C-2014 del 28 aprile 2014) recante sull’incontro del 24 maggio sui temi del processo civile telematico e della giustizia amministrativa.

Secondo il segretario generale della giustizia amministrativa “la comunicazione a mezzo Pec deve ritenersi strumento di comunicazione privilegiato, ai sensi del combinato disposto degli artt. 136 c.p.a. e 16-ter legge 228/2012, mentre la comunicazione a mezzo fax e tramite biglietto di cancelleria a mezzo posta deve ritenersi strumento residuale utilizzabile, solo ove la comunicazione all’indirizzo Pec del difensore non risulti tecnicamente possibile o non vada, comunque, a buon fine”. Infine, con la circolare del 28 aprile il Cnf comunica agli ordini che il 24 maggio prossimo si terrà un incontro in vista dell’entrata in vigore del nuovo processo civile telematico, il 30 giugno, organizzato in collaborazione con la Cassa forense, dove saranno invitati tutti i presidenti e i referenti informatici forensi.

 

 

3) Decreto sulla detassazione produttività 2014 in G.U.

Parte la detassazione della retribuzione di produttività. Per l’anno 2014 la possibilità di pagare le tasse in misura ridotta (Irpef all’aliquota del 10%) si applica, tra l’altro, alle voci di retribuzione che prevedano misure di flessibilità dell’orario di lavoro, delle ferie, dell’impiego di nuove tecnologie e di adattamento delle mansioni.

Lo ha disposto il Dpcm 19 febbraio 2014 pubblicato sulla G.U. n. 98 del 29 aprile 2014, che autorizza…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it