Fattura elettronica: il Governo anticipa?

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 28 aprile 2014

il Governo sembra aver intenzione di anticipare la transizione alla fatturazione elettronica nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni per migliorare la tracciabilità e la trasparenza dei pagamenti

Il Governo accelera il percorso di digitalizzazione della Pa per assicurare l'effettiva tracciabilità dei pagamenti. L’art. 25 dello schema di Decreto prevede, infatti, l’anticipo al 31 marzo 2015 dell’avvio a regime della fattura elettronica obbligatoria nei confronti di tutte le pubbliche amministrazioni, comprese quelle locali. Incrementato anche il contenuto informativo delle fatture trasmesse obbligatoriamente attraverso il Sistema di interscambio - Sdi che dovranno riportare il Codice Informativo di Gara (Cig) e il Codice Unico di Progetto (Cup). Questa ultima novità interessa anche le fatture che saranno trasmesse dal 6 giugno 2014 verso le agenzie fiscali, i ministeri e gli enti di previdenza. Inoltre, i dati delle fatture comprensivi delle informazioni di invio, ricezione e del Codice Cig saranno acquisiti dalla piattaforma elettronica per la gestione telematico del rilascio in modalità automatica delle certificazioni dei crediti verso le Pa.

 

Normativa attuale

Con l’avvicinarsi del 6 giugno 201