Diario quotidiano del 2 aprile 2014: il contenzioso tributario in calo del 3% nel 2013

 

 Indice:
 1) Consultazione gratuita dei dati sugli immobili
 2) Modifiche agli studi di settore per il 2013 in G.U.
 3) Disponibile il software aggiornato di compilazione del Modello Iva TR
 4) Richiesta di rimborso IVA: nota di Assonime
 5) Contenzioso tributario in calo del 3% nel 2013
 6) Applicazione delle risultanze delle verifiche reddituali nei confronti dei pensionati
 7) Attività delle Onlus solo a favore di soggetti svantaggiati
 8) Fatturazione elettronica: circolare Mef

 
 
1) Consultazione gratuita dei dati sugli immobili
Dal 31 marzo 2014 i contribuenti possono conoscere tutte le informazioni sui propri immobili tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate. Attraverso i canali Entratel e Fisconline è possibile ora consultare gratuitamente le banche dati ipotecaria e catastale e verificare, ad esempio, la planimetria o la rendita, la classe e la categoria catastale.
Questo nuovo servizio è previsto dal provvedimento del direttore dell’Agenzia dello scorso 4 marzo.
Sempre in un’ottica di semplificazione si inserisce l’invio telematico, con il modello unico informatico, degli atti alle Conservatorie dei registri immobiliari che viene adesso esteso anche a tutti i pubblici ufficiali e agli agenti della riscossione, oltre che ai notai.
Questa novità è contenuta nel provvedimento del direttore delle Entrate del 10 marzo 2014.
Visure catastali e ipotecarie a portata di click
I contribuenti – persone fisiche – abilitati ai servizi Fisconline ed Entratel dell’Agenzia possono consultare gratuitamente e comodamente dal proprio pc le informazioni relative alla casa di loro proprietà come:
– la visura catastale (per soggetto e per immobile);
– la mappa con la particella terreni;
– la planimetria del fabbricato;
– la visura ipotecaria.
La procedura è attiva per gli immobili presenti su tutto il territorio nazionale (ad eccezione delle Province autonome di Trento e Bolzano e, per le visure ipotecarie, delle zone dove vige il sistema tavolare) dei quali i contribuenti risultano titolari, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento.
Il servizio di consultazione di questi dati è già disponibile negli uffici provinciali – Territorio dell’Agenzia.
Le informazioni catastali potranno essere consultate gratuitamente anche presso gli sportelli catastali decentrati, in questo caso non solo per le persone fisiche.
Invio telematico degli atti ad ampio raggio – Oltre ai notai, da oggi, anche i pubblici ufficiali come i segretari comunali, gli ufficiali roganti della Pa e gli agenti della riscossione possono inviare online – con il modello unico informatico disponibile sul sito dell’Agenzia – i documenti che costituiscono il titolo per gli atti da presentare alle
Conservatorie dei registri immobiliari. Non sarà, quindi, più necessario recarsi presso gli uffici per richiedere le trascrizioni, le iscrizioni e le annotazioni.
(Agenzia delle entrate, comunicato n. 38 del 31 marzo 2014)
 
2) Modifiche agli studi di settore per il 2013 in G.U.
È stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 75 del 31 marzo 2014, il D.M. 24 marzo 2014, di approvazione delle modifiche agli studi di settore relativi al periodo d’imposta 2013.
La norma prevede che, a partire dall’anno 2012, gli studi di settore debbano essere pubblicati entro il 31 dicembre del periodo d’imposta in cui entrano in vigore. Eventuali integrazioni, che tengano conto degli andamenti economici e dei mercati, in particolare per determinati settori o aree territoriali, o per aggiornare o istituire gli indicatori di coerenza, compresi quelli di normalità economica di cui all’art. 10-bis della L. 146/1998, vanno invece pubblicati entro il 31 marzo del periodo d’imposta …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it