Società di trasporto pubblico locale: gli adempimenti in scadenza al 31 marzo

Entro il 31 marzo 2014 le aziende pubbliche operanti nel settore del trasporto pubblico locale dovranno comunicare (con raccomandata A/R) il modello oneri competenza anno 2013 e la dichiarazione del legale rappresentante dell’azienda, unitamente alla dichiarazione sostitutiva del certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria e Artigianato valida ai fini amministrativi. La mancata trasmissione della suddetta documentazione si intenderà come rinuncia dell’azienda richiedente al rimborso dell’indennità di malattia.

A rendere noto tale adempimento è un comunicato stampa del 3 marzo 2014 pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro. In particolare, l’adempimento riguarda le aziende che occupano lavoratori del trasporto pubblico locale, beneficiarie del contributo erariale così come previsto all’articolo 23 del D.L. n. 355/2003, convertito nella Legge n. 47/2004. Affinché le aziende intenzionate a richiedere il rimborso possano beneficiare del contributo erariale per l’anno 2013, è necessario seguire una serie di regole.

Innanzitutto, è necessario provvedere all’invio di un’apposita dichiarazione sostitutiva del certificato di iscrizione alla Camera di Commercio. Il certificato di iscrizione, infatti, non può più essere accettato, in base alle modifiche introdotte con l’articolo 15, comma 1 della Legge 12 novembre 2011, n. 183 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” (legge di stabilità 2012) alla disciplina delle certificazioni contenuta nel “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” di cui al D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni. Il Ministero del Lavoro, inoltre, sottolinea la necessità per le aziende di prestare massima attenzione alla compilazione del modello oneri, in quanto non devono esservi errori di calcolo e l’importo in cifre (onere complessivo c + d) deve corrispondere necessariamente all’importo (onere complessivo c + d) scritto in lettere. Utili raccomandazioni arrivano anche per la dichiarazione del legale rappresentante dell’azienda: il suo nominativo e la sua firma devono necessariamente corrispondere al nominativo e alla firma scritta nel modello oneri e nella dichiarazione sostitutiva del certificato di iscrizione alla Camera di Commercio. Infine, l’azienda deve:

  • indicare il nominativo del referente della richiesta di rimborso (nominativo, indirizzo posta elettronica e recapito telefonico);

  • comunicare qualsiasi vicenda o atto modificativo dello stato giuridico dell’azienda (ad esempio procedura di liquidazione, sentenza di fallimento ecc.);

  • rendere ogni scrittura trasmessa (lettera di invio-modello oneri-dichiarazione legale rappresentante dell’azienda – dichiarazione sostitutiva del certificato di iscrizione alla Camera di Commercio), anche laddove vi siano correzioni, chiaramente leggibile;

  • trasmettere il modello oneri necessariamente firmato dal legale rappresentante dell’azienda e dal collegio sindacale (ove costituito).

26 marzo 2014

Massimo Pipino

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it