Nuove modalità per l’invio della certificazione annuale del Patto di stabilità

Si rinnovano le procedure di trasmissione delle certificazioni annuali del rispetto del Patto di stabilità per l’anno 2013.

Come anticipato nelle scorse dal MEF, il telematico prende piede e manda in soffitta le tradizionali modalità di invio del modello di certificazione annuale tramite raccomandata al Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, IGEPA.

Come previsto nello schema di DM del Ministero dell’Economia e delle finanze, che nel corso della seduta del 6 febbraio 2014 della Conferenza Stato-città ed autonomie locali ha ricevuto parere favorevole ed è attualmente in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, l’adempimento della compilazione e della trasmissione della certificazione concernente il rispetto degli obiettivi del Patto di stabilità interno per l’anno 2013 avverrà entro il termine perentorio del prossimo 31 marzo 2014 mediante un’apposita procedura web predisposta sul portale http://pattostabilitainterno.tesoro.it.

Il tecnici della Ragioneria hanno automatizzato la procedura di creazione del modello di certificazione annuale che viene ricostruito sulla base delle informazioni già inserite sul portale in sede di adempimento del monitoraggio semestrale del rispetto del Patto di stabilità di cui al DM MEF 02/09/2013 n. 70998. La generazione della certificazione tramite apposita un’apposita procedura web che si avvia accedendo alla funzione di “Acquisizione modello” con creazione del modello “Certif.2013”.

Un volta creato, occorrerà procedere al download del file di certificazione utilizzando la funzione “Certificazione digitale”>”Scarica Documento”. Una volta verificata l’attendibilità delle informazioni acquisite dal sistema web, si procederà alla sottoscrizione del certificato mediante firmata elettronica qualificata apposta dal rappresentante legale, dal Responsabile del Servizio finanziario e dall’Organo di revisione dell’ente.

Il file della certificazione sottoscritto dovrà a questo punto essere caricato ed sul portale web cliccando sul tasto “Carica documento firmato” presente nella funzione “Certificazione digitale”. A questo punto, dopo una serie di controlli preventivi effettuati dal sistema, sarà possibile inviare la certificazione mediante l’appositi tasto “Invio Documento presenti nella funzione. A seguito dell’invio della certificazione il sistema web procede al rilascio di una ricevuta utile ai fini della verifica del rispetto del termine di invio.

Gli enti locali che in base a tale certificazione risultano non rispettosi del Patto di stabilità sono tenuti a trasmettere telematicamente anche il prospetto Certif.2013/A, secondo le medesime modalità previste per il modello Certif.2013.

Lo schema di DM precisa che ulteriori informazioni sono disponibili sul sistema web http://pattostabilitainterno.interno.it e che è possibile porre eventuali quesiti di natura tecnica ed informatica mediante mail all’indirizzo di posta elettronica assistenza.cp@tesoro.it.

Gli enti possono prendere visione dello schema di DM e del Modello di certificazione allegato all’indirizzo http://www.conferenzastatocitta.it/Documenti/DOC_017874_ATTO%20295.pdf.

3 marzo 2014

Marco Castellani

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it