Liguria: aiuti ai cinema


La Regione Liguria, nell’intento di rafforzare la competitività dell’offerta informativa e culturale regionale, sostiene la transizione al digitale terrestre delle sale cinematografiche di piccola e media dimensione.

 

Soggetti beneficiari

Possono accedere al contributo le piccole e medie imprese che:

  • esercitano attività di proiezione cinematografica iscritte al registro delle imprese e/o nel R.E.A. con il codice ATECO 59.14.00,

  • sono attive al momento della presentazione della domanda,

  • hanno la sede nel territorio regionale ligure.

 

Iniziative ammissibili

Sono agevolabili gli investimenti materiali ed immateriali, tesi all’innovazione tecnologica dell’azienda per il passaggio a sistemi digitali, sistemi 3D o altri sistemi di nuova generazione.

 

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese:

  1. per l’acquisto di apparecchi di produzione e riproduzione digitale, di impianti e apparecchiature per la ricezione del segnale digitale via terrestre e via satellite, di sistemi 3D o di altri sistemi di nuova generazione;

  2. per la ristrutturazione e conformazione delle cabine di proiezione, degli impianti e dei servizi e locali adibiti alla proiezione mediante pellicola, nel limite massimo del 20% della spesa complessivamente ammessa;

  3. per l’acquisizione di consulenze tecniche specialistiche, finalizzate all’implementazione di sistemi digitali, nella misura massima del 20% della spesa complessivamente ammessa.

 

Spese non ammissibili

Non sono ammissibili, tra le altre:

  • le spese relative ad un bene e/o servizio rispetto al quale il beneficiario abbia già fruito di una misura di sostegno finanziario nazionale o comunitario;

  • le spese effettuate e/o fatturate da personale dell’impresa richiedente;

  • le spese effettuate e/o fatturate all’impresa beneficiaria dal legale rappresentante, dai soci dell’impresa e da qualunque altro soggetto facente parte degli organi societari della stessa, ovvero dal coniuge o parenti ed affini entro il terzo grado in linea diretta e collaterale dei soggetti richiamati;

  • le spese effettuate e/o fatturate da società nella cui compagine sociale siano presenti i soci e i titolari di cariche e qualifiche dell’impresa beneficiaria, ovvero i loro coniugi e parenti ed affini entro il terzo grado in linea diretta e collaterale dei soggetti richiamati;

  • le spese fatturate all’impresa richiedente da altra impresa che si trovi con la prima, nelle condizioni di collegamento o di controllo, o nel caso in cui entrambe siano partecipate, anche cumulativamente, per almeno il 25% da medesimi altri soggetti;

  • le spese per acquisto di beni usati o rigenerati;

  • le spese per acquisto di immobili, terreni;

  • le spese per acquisto di macchinari, impianti produttivi, attrezzature meramente sostitutivi, compresi i rinnovi delle licenze per l’utilizzo del software;

  • le spese per acquisto di beni a fini dimostrativi;

  • le spese per consulenze continuative o periodiche, relative agli ordinari costi di gestione dell’impresa connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale e la pubblicità.

 

Contributo erogabile

L’agevolazione consistente in un contributo a fondo perduto, nella misura del 60% della spesa ammessa. Il costo totale dell’investimento non può essere inferiore ad euro30.000,00.

Gli investimenti devono essere realizzati e rendicontati entro 12 mesi dalla data di ricevimento del provvedimento di concessione dell’agevolazione e comunque entro il termine del 30/09/2015.

Modalità di erogazione del contributo

Il contributo sarà erogato in tre step:

  1. anticipo pari al 50% dell’agevolazione concessa, al netto della quota concessa attraverso la società di leasing, alternativamente:

  • previa presentazione di apposita garanzia fideiussoria,

  • raggiungimento di uno stato di avanzamento della spesa pari ad almeno il 60% del progetto;

  1. contributo concesso attraverso la modalità del leasing;

  2. saldo del contributo concesso ad ultimazione dell’investimento.

Termine e modalità di presentazione della domanda

Le domande di ammissione ad agevolazione devono essere redatte esclusivamente on line sul sito internet www.filse.it dal 27/03/2014 al 11/04/2014.

15 marzo 2014

Anna Maria Pia Chionna


Partecipa alla discussione sul forum.