Diario fiscale del 3 marzo 2014: prorogata al 31/3 la rottamazione delle cartelle

la delega fiscale al Governo è Legge: riforma del contenzioso; esonero da Irap anche per gli studi associati; nuova modulistica per l’iscrizione nel Registro delle Imprese; Assonime: il Codice di autodisciplina e la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari; approvazione della proposta di legge delega in materia fiscale: intervento di Assonime; detrazione riqualificazione energetica edifici: comunicazione entro il 31 marzo 2014; prorogata la rottamazione delle cartelle, ok all’aumento della Tasi; Imposta Unica Comunale (IUC): nel portale del federalismo fiscale le delibere di approvazione di aliquote e regolamenti; milleproroghe: approvata l’equipollenza; Consob definisce il regime contributivo per il 2014

 

 Indice:

 1) Delega fiscale è Legge: riforma del contenzioso

 2) Esonero da Irap anche per gli studi associati

 3) Nuova modulistica per l’iscrizione nel Registro delle Imprese: circolare MISE

 4) Assonime: Il Codice di autodisciplina e la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

 5) Approvazione della proposta di legge delega in materia fiscale: intervento di Assonime

 6) Detrazione riqualificazione energetica edifici: comunicazione entro il 31 marzo 2014

 7) Prorogata la rottamazione delle cartelle, ok all’aumento della Tasi

 8) Imposta Unica Comunale (IUC): nel portale del federalismo fiscale le delibere di approvazione di aliquote e regolamenti

 9) Milleproroghe: approvata l’equipollenza

10) Consob definisce il regime contributivo per il 2014

 

1) Delega fiscale è Legge: riforma del contenzioso

Nella delega fiscale, approvata il 27 febbraio 2014 in via definitiva alla Camera, é prevista anche l’immediata esecutività delle sentenze non definitive.

In particolare, nell’ambito del contenzioso tributario verrebbe previsto il potenziamento della conciliazione giudiziale con la possibilità di definire la vertenza tramite conciliazione che potrebbe essere estesa al grado di appello.

Dunque, dopo quasi due anni di lavoro la delega fiscale è legge. Entro quattro mesi il primo decreto. Priorità al catasto.

Le aziende di maggiori dimensioni dovranno realizzare, ai fini tributari, modelli di controllo simili a quelli già previsti dal DLgs n. 231/2001 in materia di responsabilità amministrativa degli enti.

In tutto questo nei 16 articoli troviamo: la revisione del catasto dei fabbricati, nuove norme in materia di evasione ed erosione, la disciplina dell’abuso del diritto e dell’elusione fiscale, misure in materia di tutoraggio, di semplificazione fiscale e revisione del sistema sanzionatorio. Nel testo figurano anche i principi guida per il riordino del contenzioso e della riscossione degli enti locali, ma anche per la revisione dell’imposizione sui redditi di impresa e la previsione di regimi forfetari per i contribuenti di minori dimensioni, nonché per la razionalizzazione della determinazione del reddito d’impresa. Ed ancora: nuove disposizioni in materia di giochi e fiscalità ambientale, oltre al riordino delle tax expenditures.

 

2) Esonero da Irap anche per gli studi associati

La Suprema Corte estende l’esonero dall’Irap anche agli studi associati. Infatti, anche per tali soggetti l’imposta non è dovuta in assenza di dipendenti e senza un’organizzazione di mezzi.

Nel caso di specie, non è tenuto al versamento dell’Irap lo studio associato composto da padre e figlia, senza dipendenti. In tale ipotesi, infatti, non si configura l’autonoma organizzazione.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione che, con l’ordinanza n. 4663 del 27 febbraio 2014, ha respinto il ricorso dell’Agenzia delle entrate. Infatti, hanno spiegato i giudici con l’Ermellino, la presuntio hominis secondo cui la sussistenza di uno studio associato costituisce indizio dell’esistenza di una stabile organizzazione ai fini Irap costituisce, appunto, una presunzione che può essere superata con adeguata motivazione. È quanto accaduto nel caso sottoposto all’esame della Corte dove la CTR ha evidenziato l’assenza di spese per personale dipendente e la non sussistenza di una autonoma organizzazione.

In precedenza, altre decisioni della Suprema Corte sull’Irap degli studi associati sono state favorevoli ai contribuenti, si tratta della sentenza n. 14060/2012 e della sentenza n. 22941/2014.

 

3) Nuova modulistica per l’iscrizione nel Registro delle Imprese: circolare MISE

Il Ministero dello Sviluppo economico, con la circolare n. 3668/C del 27 febbraio 2014, ha fornito le istruzioni per la compilazione della modulistica per l’iscrizione e il deposito nel Registro delle imprese e per la denuncia al repertorio delle notizie economiche e amministrative (REA), realizzata secondo le specifiche tecniche approvate…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it