I limiti ed i in vincoli alle spese per il personale

Vincoli pubblicistici alle società partecipate
La Sezione Liguria della Corte dei conti è chiamata nella Delibera n. 1/2014/PAR del 13 gennaio 2014 a pronunciarsi sull’applicazione del nuova comma 2-bis dell’articolo 18 del Decreto-legge 25 giugno 2008 n. 112, convertito, con modificazioni, dalla Legge 6 agosto 2008 n. 133, riscritto dal comma 557 dell’articolo 1 della Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014), che impone l’applicazione alle società partecipate dei medesimi vincoli alle politiche del personale, sia in tema di turn over che di contenimento degli degli oneri contrattuali e delle altre voci di natura retributiva o indennitaria e per consulenze, posti a carico delle Amministrazioni pubbliche controllanti.
La Sezione ritiene che, in riferimento al caso specifico di una società partecipata che gestisce servizi pubblici a rilevanza economica quali quello di farmacia e portuale, deve essere onere del Comune controllante quello di emanare puntuali provvedimenti che consentano di attuare i suddetti vincoli dei citati vincoli assunzionali e di contenimento delle politiche retributive, assunti ormai, secondo la Sezione, ad “obbligo imperativo di legge”.
https://servizi.corteconti.it/bdcaccessibile/ricercaInternet/doDettaglio.do?id=317-16/01/2014-SRCLIG

Procedure di stabilizzazione del personale ex art. 90 TUEL
Il TAR Abruzzo, sezione I, nella sentenza n. 1080 del 28 dicembre 2013, ribadisce – basandosi anche su un conforme parere reso dal Dipartimento della Funzione Pubblica – che le procedure di stabilizzazione ex articolo 1, comma 558, della Legge n. 296/2006 non sono applicabili al personale assunto intuitu personae ai sensi dell’articolo 90 del TUEL a copertura del ruolo di addetti agli uffici di diretta collaborazione e supporto agli organi elettivi.
http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Laquila/Sezione%201/2008/200800113/Provvedimenti/201301080_01.XML

Limiti alle spese del personale ed effetto prenotativo delle assunzioni programmate
La Sezione Autonomie della Corte dei Conti nella Delibera n. 27/2013 del 30 dicembre 2013 risolve i contrasti che si sono registrati nella prassi delle Sezioni regionali in merito alla possibilità di considerare o meno nel computo ai fini della verifica del rispetto dei limiti al costo del personale introdotto dall’art. 1, comma 557, della Legge n. 296/2006 anche le spese previste per le assunzioni programmate, ma non realizzate. La Sezione Autonomie nega tale possibilità, ribadendo l’interpretazione secondo cui deve ritenersi che le spese previste per le assunzioni programmate ma non effettivamente attuate non possono incrementare virtualmente la spesa dell’anno di riferimento, ai fini della riduzione delle spese di personale dell’anno in corso, di cui al citato art. 1, comma 557, della Legge n. 296/2006.
https://servizi.corteconti.it/bdcaccessibile/ricercaInternet/doDettaglio.do?id=5366-31/12/2013-SEZAUT

TFS/TFR
Con il messaggio n. 996 del 17 gennaio 2014, l’INPS detta le prime istruzioni operative sulle “Novità introdotte dall’art. 1, commi 484 e 485, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 (legge di stabilità 2014) in materia di rateizzazione e di nuovi termini di pagamento dei TFS e dei TFR per i dipendenti pubblici”. Nel messaggio l’INPS precisa che non sono interessate dalle novità legislative le pratiche relative ai dipendenti cessati dal servizio entro il 31 dicembre 2013, a quelli cessati dal servizio anche a decorrere dal 1° gennaio 2014 ma con diritto a pensione maturato entro il 31 dicembre 2013 e infine ai dipendenti cessati dal servizio per decesso o per inabilità anche a decorrere dal 1° gennaio 2014 ma a condizione che l’importo lordo complessivo della prestazione sia inferiore o pari a 50.000 euro per i casi in cui il diritto alla pensione non sia stato conseguito entro il 31 …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it