Diario quotidiano del 25 febbraio 2014, Studi di settore 2014: al via il programma di revisione

Pubblicato il 25 febbraio 2014

Studi di settore 2014: al via il programma di revisione; pubblicata in G.U. la legge di conversione del c.d. decreto “Destinazione Italia”; TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di gennaio 2014; cassetto previdenziale del cittadino: rilascio di una nuova funzionalità; comunicazione telematica delle lettere di intento 2014; il calcolo dello sgravio Ires comincia dall’Irap versata; rivalutazione quote di partecipazione al capitale della Banca d’Italia; software di compilazione comunicazione polivalente: aggiornamento

 

Indice:

 

1) Studi di settore 2014: al via il programma di revisione

 2) Pubblicata in G.U. la legge di conversione del c.d. decreto “Destinazione Italia”

 3) TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di gennaio 2014

 4) Cassetto previdenziale del cittadino: rilascio di una nuova funzionalità

 5) Comunicazione telematica delle lettere di intento 2014

 6) Il calcolo dello sgravio Ires comincia dall’Irap versata

 7) Rivalutazione quote di partecipazione al capitale della Banca d’Italia

 8) Software di compilazione comunicazione polivalente: aggiornamento

 9) Aggiornato anche il software di compilazione Iva/2014

 

 

1) Studi di settore 2014: al via il programma di revisione

E’ pronto il programma di revisione per 68 studi di settore applicabili a decorrere dal periodo d’imposta 2014.

A ciò ha provveduto il provvedimento firmato il 21 febbraio 2014 dal direttore dell’Agenzia delle entrate, pubblicato sul sito internet www.agenziaentrate.it, per permettere a contribuenti e organizzazioni di categoria di conoscere per tempo quali sono gli studi oggetto di restyling. Obiettivo del piano di revisione: mantenere nel medio periodo la capacità degli studi di rappresentare la realtà economica cui si riferiscono. La legge n. 146/1998 prevede, infatti, che questi strumenti siano rivisti, al massimo, ogni tre anni dalla data di entrata in vigore o dalla loro ultima revisione.

Attività in lista

Dei 68 studi da sottoporre a revisione, 18 sono relativi al settore delle manifatture, 16 al settore dei servizi, 6 ad attività professionali e 28 al commercio. In particolare, il citato provvedimento stabilisce che l’evoluzione dello studio VM32U potrà riguardare anche l’attività di “Commercio al dettaglio di mobili usati e oggetti di antiquariato” mentre lo studio VM16U potrà toccare anche il “Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini”.

 

 

2) Pubblicata in G.U. la legge di conversione del c.d. decreto “Destinazione Italia”

E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 43 del 21 febbraio 2014, la Legge n. 9 del 21 febbraio 2014, che ha convertito, con modificazioni, il D.L. n. 145/2013.

Particolarmente importante per la “materia lavoro” l’art. 14, completamente riscritto, che ha aumentato del 30% sia le maxisanzioni per lavoro nero che le somme aggiuntive in caso di sospensione dell’attività imprenditoriale ed ha raddoppiato le sanzioni per violazione delle disposizioni in materia in superamento della durata massima dell’orario di lavoro settimanale e quelle relative alla inottemperanza al precetto sul riposo giornaliero e settimanale.

 

 

3) TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di gennaio 2014

L’Istituto centrale di statistica ha reso noto che l’indice dei prezzi al consumo per il mese di gennaio 2014 è pari a 107,3 punti.

Le quote di TFR, accantonate al 31 dicembre 2013, vanno rivalutate dello 0,265056%.

 

 

4) Cassetto previdenziale del cittadino: rilascio di una nuova funzionalità

L'Inps, con il messaggio n. 2668 del 10 febbraio 2014, fornisce le istruzioni per la presentazione, entro il 1° marzo 2014, delle domande di ricono