Diario quotidiano del 12 febbraio 2014: le prime anticipazioni sulla IUC

 

 Indice:

 1) Compensazioni: ampliato il meccanismo per l’impresa in credito con la P.A.

 2) Assicurazioni: bilanci al fair value

 3) Iva di gruppo: al via la liquidazione cumulativa dell’imposta

 4) In aumento le nuove partite Iva

 5) Prime indiscrezioni sul bollettino Iuc 2014

 6) Al via la comunicazione annuale dei dati IVA

 7) Studi di settore: giustificazioni fino al 28 febbraio

 8) Rimborsi da eseguire mediante procedure automatizzate: ecco il provvedimento delle Entrate che individua le modalità di esecuzione di tutte le tasse

 

 

1) Compensazioni: ampliato il meccanismo per l’impresa in credito con la P.A.

Compensazioni senza vincoli per le imprese. Nel 2014 potranno portare in compensazione tutti i tributi iscritti a ruolo in presenza di un credito certificato nei confronti della pubblica amministrazione. Addio, quindi, al limite dei tributi erariali e alla necessità della notifica della cartella esattoriale entro il 31 dicembre 2012. Spetterà poi al ministero dell’Economia e delle finanze emanare l’apposito decreto attuativo entro 90 giorni. Ha trovato, quindi, conferma, nel corso delle votazioni che si sono svolte in Aula a Montecitorio l’emendamento riformulato dal governo all’art. 12 del DL 145/2013 (Destinazione Italia).

Compensazioni svincolate

Compensazioni senza vincoli per le imprese titolari di un credito certificato nei confronti della pubblica amministrazione. Queste, infatti, potranno ottenere la compensazione di tutte le somme iscritte a ruolo senza distinzione, qualora la somma sia inferiore o pari al credito vantato. Resta da vedere, però, su quali fronti deciderà di agire il Mef. Posta la necessità del “rispetto del vincoli di finanza pubblica”, previsti dall’emendamento stesso, spetterà al decreto individuare “gli aventi diritto, nonché le modalità di trasmissione dei relativi elenchi all’agente della riscossione”. Resta, però, il fatto che per tutto il 2014 almeno, viene riposta in soffitta la disciplina attuale in base alla quale sono compensabili solo i crediti certificati non prescritti, certi, liquidi ed esigibili verso lo stato, regioni e province autonome, enti locali, enti del Servizio sanitario nazionale per aver effettuato somministrazioni, forniture e appalti, con debiti tributari (dello stato, delle regioni e degli enti locali), previdenziali e assistenziali oggetto di cartelle di pagamento di Equitalia, di accertamento esecutivo dell’Agenzia delle entrate e di avviso di addebito dell’Inps, notificate entro il 31 dicembre 2012. Addio, inoltre, al meccanismo in base al quale le imprese potevano agire in compensazione solo nei confronti della p.a. con cui vantavano un credito.

Incentivi, fideiussioni a riscossione immediata

Le garanzie da presentare per ottenere gli anticipi sui contributi da parte del Ministero dello sviluppo economico hanno un nuovo schema. Lo stesso ministero, con propria circolare n. 4075 del 5 febbraio 2014, ha infatti provveduto a modificare il testo dello schema di fideiussione allegato alla circolare n. 43138/2012 da utilizzarsi ai fini dell’erogazione, a titolo di anticipazione, della prima quota delle agevolazioni finanziarie gestite dalla direzione generale per gli incentivi alle imprese. La decorrenza del nuovo testo è immediata. Le imprese che hanno ottenuto contributi sulle leggi di incentivazione del ministero e intendono richiedere un anticipo del contributo devono adeguarsi al nuovo testo che emerge dalla circolare, integralmente disponibile sul sito del ministero www.sviluppoeconomico.gov.it.

 

2) Assicurazioni: bilanci al fair value

Bilanci delle assicurazioni su misura dei nuovi principi contabili. Con provvedimento n. 14 del 28 gennaio 2014, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 33 del 10 febbraio 2014, l’Isvap, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni ha modificato il precedente regolamento del 2007 in merito agli schemi per il bilancio delle imprese tenute all’adozione dei principi contabili…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it