Il valore processuale dei dati OMI e delle presunzioni semplici, il ricorso contro il diniego di autotutela…

CTR di Roma, Sez. n. 38, Sent. n. 245/38/2013, dep. 03/07/2013, Presidente Patrizi, Relatore Auriemma

Imposte locali; ICI; Plurime unità abitative accatastate adibite ad abitazione principale; Agevolazioni; Competono indipendentemente dal separato accatastamento

Elementodecisivoaifinidellalegittimitàdell’agevolazione fiscalechelalegge ammetteperl’abitazioneprincipaleèl’utilizzocosìqualificato” daparte del contribuente edella propriafamiglia,indipendentementedalseparatoaccatastamentodiplurimeunitàabitativeche lacompongono.

Riferimenti normativi: DLgs n. 504/1992, artt. 5, c. 1, 6 e 8; DLgs n. 446/1997, art.59,lett.e(successivamenteabrogatadalDL n.201 del 6dicembre2011, convertito con modificazionidalla L n.214/2011).

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. nn. 25902/2008, 2129/2009, 12269/2010.

CTR di Roma, Sez. n. 38, Sent. n. 247/38/2013, dep. 03/07/2013, Presidente Favaro, Relatore Auriemma

Imposte locali; ICI; Istanza di autotutela; Silenzio assenso; Esclusione

Latesi,nellinvocare lapplicabilitàdellistituto giuridico dell’autotutelatributaria, traespuntodaltestodell’art.20,c.3, L.n.241/1990esue modificazioni,secondoil quale,fattasalval’applicazionedell’articolo19,neiprocedimentiadistanzadiparteperilrilasciodi provvedimentiamministrativi,ilsilenziodell’amministrazione competenteequivalea “provvedimento diaccoglimentodelladomanda“,senzanecessitàdiulterioriistanzeodiffide,se lamedesimaamministrazionenoncomunicaall’interessato,nelterminedicuiall’articolo2,commi 2o3, il provvedimento didiniego,ovverononprocedeaisensidelcomma2 è infondata.

Riferimenti normativi: L. n. 241/1990, artt. 2, cc. 2 e 3, 19 e 20,c. 3.

CTR Roma, Sez. n. 38, Sent. n. 248/38/2013, dep. 03/07/2013, Presidente Favaro, Relatore Auriemma

Accertamento liquidazione controlli; IRPEF; IRAP; Presunzione semplice; Da sola non è sufficiente; Altri elementi; Necessità

Le presunzioni semplici (e non legali), per mantenersi aderenti al non derogabile principio della capacità contributiva sancito dall’art. 53 Cost., devono essere confortate da elementi che le giustifichino razionalmente, per assicurare che il prelievo tributario si radichi su di una causa giustificatrice, costituita da indici concretamente ed effettivamente rivelatori di una ricchezza che non sia stata dichiarata dal contribuente.

Riferimenti normativi: DPR n. 600/1973, art. 39; artt.2727 e 2729 c.c..

Riferimenti giurisprudenziali:Cass. nn.3309/2004, 7791/2001, 4280/2001.

CTR di Roma, Sez. n. 38, Sent. n. 249/38/2013, dep. 03/07/2013, Presidente Favaro, Relatore Auriemma

Accertamento liquidazione controlli; IRPEF; IVA; IRAP; Cessione immobili; Valore basato solo su tabelle OMI; Sufficienza; Esclusione

L’accertamento fiscale mediante presunzioni deve necessariamente basarsi su elementi indiziari che, in maniera grave, precisa e concordante, ai sensi degli articoli 2727 e 2729 del codice civile, appaiano rivelatori di una ricchezza che non sia stata dichiarata dal contribuente con riferimento all’attività imprenditoriale svolta in concreto.

Non è sufficiente a tal fine che l’Ufficio finanziario insista su di un unico elemento presuntivo ed indiziario:il computo a metro quadro desumibile dalle tabelle OMI.

Riferimenti normativi: L. n. 88/2008, art. 24, c. 4: DL 223/2006, art. 35, c. 2.

9 gennaio 2014

Commercialista Telematico


Partecipa alla discussione sul forum.