Il Fisco non può insinuarsi ai fallimenti per crediti sorti dopo la data del fallimento

pubblichiamo una sentenza della C.T.P. di Roma che chiarisce che i debiti fiscali sorti dopo la data di dichiarazione di fallimento (nel caso le tasse di concessione sui cellulari) non possono essere ammessi al passivo concorsuale

pubblichiamo una sentenza della C.T.P. di Roma che chiarisce che i debiti fiscali sorti dopo la data di dichiarazione di fallimento (nel caso le tasse di concessione sui cellulari) non possono essere ammessi al passivo concorsuale

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it