Diario quotidiano del 29 gennaio 2014: Governo e Comuni: pace fatta sulla IUC?

 
Indice:

Entra in vigore il 28 marzo l’obbligo per i professionisti di accettare i pagamenti dai propri clienti anche mediante le carte di debito (circuito Pos/bancomat);

Pubblicati in Gazzetta Ufficiale gli indici Istat relativi al mese di Dicembre 2013;

L’OIC (Organismo Italiano di Contabilità) rende disponibili per la consultazione i nuovi principi OIC 10 e OIC 15;

ZFU operative anche in Calabria;

Inabilità ai fini del diritto e della misura degli ANF dei pensionati pubblici;

 
Governo e Comuni: pace fatta sulla IUC?

Entra in vigore il 28 marzo l’obbligo per i professionisti di accettare i pagamenti dai propri clienti anche mediante le carte di debito (circuito Pos/bancomat);

La (contestatissima) disposizione normativa introdotta dall’art. 15 del D.L. 179/2012 (convertito con L.221/2012) concernente ulteriori nuove modalità di pagamento anche dei servizi professionali, trova la sua prima decorrenza ufficiale nella data del 28 marzo 2014.
E’ stato difatti pubblicato sulla G.U. n.21 del 27 gennaio 2014 il Decreto interministeriale (Ministero sviluppo Economico – Min. Economia e Finanze) del 24/01/2014 in attuazione del comma 5 dell’art. 15 DL 179/2012, che fissa l’obbligo per qualsiasi esercente o professionista, di accettare i pagamenti per importi superiori ad Euro 30,00 a mezzo di carte di debito (e quindi indirettamente dell’onere di dotarsi della necessaria apparecchiatura).
In prima applicazione i soggetti obbligati saranno quelli con fatturato relativo all’anno precedente superiore ad Euro 200.000,00, mentre per tutti gli altri l’obbligo scatterà dal prossimo 30 giugno 2014.

Pubblicati in Gazzetta Ufficiale gli indici Istat relativi al mese di Dicembre 2013;

Si comunica che con la pubblicazione in G.U. (Serie Generale – n.21 del 27/1/2014) del comunicato Istat, acquisiscono efficacia giuridica gli indici relativi al mese di Dicembre 2013 utili (fra l’altro) alla determinazione delle rivalutazioni del trattamento di fine rapporto, sulle quali effettuare il calcolo del saldo dell’imposta sostitutiva scadente il prossimo 17 Febbraio.

L’OIC (Organismo Italiano di Contabilità) rende disponibili per la consultazione i nuovi principi OIC 10 e OIC 15;

L’Organismo Italiano di Contabilità (OIC) ha reso disponibili, sul proprio sito web istituzionale, le bozze di due nuovi principi contabili per l’avvio della procedura di consultazione pubblica.
Si tratta del nuovo principio contabile “OIC 10” relativo la redazione del rendiconto finanziario (le cui indicazioni sono oggi contenute nel principio OIC 12 relativo alla composizione e schemi del bilancio) e di un documento integrativo del principio OIC 15 (Crediti).
Tra le novità contenute nel nuovo documento “OIC 10” si rileva la raccomandazione di redazione del rendiconto finanziario per tutte le tipologie societarie, nonché la semplificazione delle indicazioni di compilazione ispirate ad una migliore comparabilità dei bilanci.
Le novità che riguardano l’OIC 15 (principio contabile relativo ai crediti) consistono nell’aggiunta di un capitolo specifico relativo alla trattazione delle ipotesi di cancellazione dei crediti dal bilancio.
Vengono individuati gli “elementi cardine” che indurrano il redattore alla valutazione circa la possibilità di cancellazione del credito che sono definiti nella persistenza o meno del diritto al soddisfo, e (nel caso di trasferimento del titolo di credito) della permanenza o meno del rischio in capo al cedente (le cessioni di tipologia “pro-solvendo”).
La precedente impostazione rendeva infatti opzionale la condotta del redattore del bilancio, creando una situazione di difficile comparabilità tra i bilanci che invece …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it