Diario quotidiano del 23 gennaio 2014: rinviati i termini per pagamento assicurazione infortuni

Pubblicato il 23 gennaio 2014

bonus ricerca e sviluppo: decreto in G.U.; casse di previdenza: estese regole di compensazione; l’Agenzia delle entrate apre una finestra su Twitter; rinviati i termini per pagamento assicurazione infortuni; approvato il nuovo Codice ad uso degli ispettori del lavoro; guida bonus mobili ed elettrodomestici; determinazione per l’anno 2014 delle retribuzioni convenzionali per i lavoratori all’estero e regolarizzazioni contributive; visualizzazione denunce contributive Gestione Dipendenti Pubblici

 

 Indice:

 1) Bonus ricerca e sviluppo: decreto in G.U.

 2) Casse di previdenza: estese regole di compensazione

 3) L’Agenzia delle entrate apre una finestra su Twitter

 4) Rinviati i termini per pagamento assicurazione infortuni

 5) Approvato il nuovo Codice ad uso degli ispettori del lavoro

 6) Guida bonus mobili ed elettrodomestici

 7) Determinazione per l’anno 2014 delle retribuzioni convenzionali per i lavoratori all’estero in Paesi non legati all’Italia da accordi in materia di sicurezza sociale: regolarizzazioni contributive

 8) Visualizzazione denunce contributive Gestione Dipendenti Pubblici

 

1) Bonus ricerca e sviluppo: decreto in G.U.

In arrivo bonus fiscale per chi investe in ricerca e sviluppo. L’assunzione a tempo indeterminato di personale qualificato, in possesso di laurea magistrale o dottorato di ricerca, darà diritto a un credito d’imposta pari al 35% del costo lordo dei neo-lavoratori. L’incentivo potrà essere fruito per 12 mesi a partire dall’instaurazione del rapporto, con un massimo di 200 mila euro annui per azienda. È quanto prevede il Decreto del Ministero dello sviluppo economico 23 ottobre 2013, pubblicato sulla G.U. n. 16 del 21 gennaio 2014. Il DM dà attuazione al beneficio introdotto dall'articolo 24 del D.L. n. 83/2012. Nelle scorse settimane la Commissione europea aveva dato il suo ok riguardo alla compatibilità della misura con la disciplina in materia di aiuti di Stato. L’agevolazione sarà accessibile a tutti i titolari di reddito d’impresa (persone fisiche e società). Per le start-up innovative e gli incubatori certificati di aziende l’incentivo spetterà anche se l'assunzione avviene mediante contratto di apprendistato. Premiate pure le stabilizzazioni di lavoratori precari impiegati in attività di R&S, purché in possesso dei titoli universitari previsti dalla norma. Per il 2012, anno di entrata in vigore della legge istitutiva del bonus, saranno agevolabili le assunzioni effettuate a partire dal 26 giugno. Lo Sviluppo economico realizzerà una piattaforma informatica per la gestione del credito d'imposta. A tale scopo vengono stanziati oltre 600 mila euro. Sarà un successivo decreto del Mise a definire i contenuti delle domande di accesso e le procedure di presentazione. Sullo stesso sito sarà comunicata la tempistica e l’ammontare dei fondi residui, nonché l'esaurimento degli s