Diario quotidiano del 17 gennaio 2014: attenzione alla responsabilità tributaria del liquidatore di società

Pubblicato il 17 gennaio 2014



regime di non imponibilità Iva in relazione alle attività dell’Expo 2015; disponibile l’applicazione “avvisi telematici – Dichiarazione 2013”; assoggettabilità contributiva degli emolumenti retributivi corrisposti al personale del pubblico impiego; INPGI, aggiornamento dei minimi retributivi e delle novità contributive per l’anno 2014; i Consulenti del Lavoro potranno asseverare la conformità dei rapporti di lavoro; attenzione alla responsabilità tributaria dei liquidatori societari...

Indice:

  1. Regime di non imponibilità Iva per gli acquisti di beni e servizi effettuati dai Commissariati Generali in relazione alle attività dell’Expo 2015;

  2. Disponibile l’applicazione “avvisi telematici – Dichiarazione 2013”

  3. L’Inps riepiloga i criteri di assoggettabilità contributiva degli emolumenti retributivi corrisposti al personale del pubblico impiego;

  4. INPGI, aggiornamento dei minimi retributivi e delle novità contributive per l’anno 2014;

  5. I Consulenti del Lavoro potranno asseverare la conformità dei rapporti di lavoro;

  6. Attenzione alla responsabilità tributaria dei liquidatori societari.



  1. Regime di non imponibilità Iva per gli acquisti di beni e servizi effettuati dai Commissariati Generali in relazione alle attività dell’Expo 2015;

Con riferimento al regime di non imponibilità IVA di cui all’art.10, comma 5 dell’Accordo tra il Governo e il Bureau International des Expositions (ratificato con Legge 3/2013), concernente gli acquisti di beni e servizi effettuati dai Commissariati Generali in relazione alle attività dell’Expo 2015 di Milano, l’Agenzia delle Entrate rende disponibile uno schema di dichiarazione (da compilare in duplice copia) da rilasciare al fornitore per consentire la cessione senza applicazione dell’IVA. L’agenzia ricorda che il limite minimo dell’operazione è quello definito dall’art. 71, comma 2 del DPR633/1972 (Euro 300,00), e che è possibile procedere alla rettifica dell’imposta riferita ad operazioni già fatturate, mediante emissione di nota di credito (ai sensi art. 26, commi 2 e 3 del DPR 633/1972).

Agenzia delle Entrate – Risoluzione 10/E del 15 Gennaio 2014



  1. Disponibile l’applicazione “avvisi telematici – Dichiarazione 2013”

L’Agenzia delle Entrate comunica che nella sezione software delle utenze Entratel e Fisconline, è ora disponibile l’applicazione “Avvisi telematici – Dichiarazioni 2013” per la visualizzazione e la stampa degli avvisi telematici di regolarità e irregolarità relativi ai modelli 770 e IRAP 2013.

La medesima applicazione consente la gestione delle risposte, il cui canale non è tuttavia attualmente operativo.

Agenzia delle Entrate – Comunicato del 16 Gennaio 2014



  1. L’Inps riepiloga i criteri di assoggettabilità contributiva degli emolumenti retributivi corrisposti al personale del pubblico impiego;

L’Istituto Previdenziale, facendo seguito alle prime istruzioni impartite con circolare 105/2012 (a seguito della confluenza delle gestioni ex INPDAP), ritiene di dover riepilogare e meglio specificare le indicazioni fornite alle Amministrazione e agli enti iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici.

La circolare 6 del 16 gennaio 2014 pertanto rappresenta un utile riepilogo per tutti gli addetti al settore, giacché analizza un’ampia casistica delle fattispecie reddituali e delle obbligazioni contributive.

Inps – circolare 6 del 16 gennaio 2014



  1. INPGI, aggiornamento dei minimi retributivi e delle novità contributive per l’anno 2014;

All’indomani del comunicato Istat che ha determinato gli indici di variazione dei prezzi al consumo utili a rideterminare i tetti retributivi e contributivi, l’INPGI (Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani) ha emanato la circolare n.1 del 15 Gennaio 2014 con la quale ha reso noto i nuovi valori di riferimento e riepilogato le novità in tema contributivo decorrenti dal nuovo anno.

Si segnala pertanto che il minimo di retribuzione per l’AGO in vigore dal 1/1/2014 è pari ad Euro 47,58 giornaliere (€ 1.237,08 mensili). La contribuzione aggiuntiva dell’1% scatta invece al superamento del nuovo limite di Euro 44.456,00 annuali (Euro 3.705,00 mensili) corrispondenti alla prima fascia di retribuzione pensionabile.

L’Istituto rammenta anche il già disposto aumento del contributo IVS a carico del datore di lavoro (nella misura di un punto percentuale) e provvede a rideterminare le retribuzioni convenzionali per i giornalisti operanti all’estero (in paesi non convenzionati) nonché i valori delle indennità riconosciute per i congedi per l’assistenza ai familiari portatori di handicap.

Il documento si completa con l’indicazione dei rivalutati imponibili contributivi per la Gestione Separata e la conferma delle aliquote contributive applicabili, nonché l’indicazione dei nuovi limiti per la rateazione dei debiti contributivi e l’accesso alla contribuzione volontaria.

Inpgi – Circolare n.1 del 15 Gennaio 2014



  1. I Consulenti del Lavoro potranno asseverare la conformità dei rapporti di lavoro;

E’ stato firmato un importante protocollo di intesa tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro riguardante il rilascio di una asseverazione sulla conformità dei rapporti di lavoro (in ordine alla contribuzione, retribuzione, corrispondenza ai contratti collettivi e sicurezza sul lavoro).

Il rilascio dell’asseverazione (denominata ASSE.CO) potrà essere consentito esclusivamente su istanza volontaria del datore di lavoro, avrà validità annuale e subirà verifica dei requisiti quadrimestrale da parte del Consulente che l’ha rilasciata.

Gli effetti dell’ottenimento dell’asseverazione sono traducibili in un sostanziale esonero dall’attività ispettiva (salvo i casi di specifica richiesta di intervento e/o da indagine demandata dall’Autorità Giudiziaria od altra Autorità amministrativa, e fatti salvo altresì eventuali controlli a campione finalizzati alla verifica della veridicità dell’asseverazione stessa).

Le asseverazioni rilasciate formeranno elenco pubblicamente consultabile, mentre i requisiti dei professionisti abilitati al rilascio delle stesse saranno individuati con successivo provvedimento dell’Ordine Nazionale dei C.D.L..

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro – protocollo d’intesa n.31 del 15 gennaio 2014.



6) Attenzione alla responsabilità tributaria dei liquidatori societari.

È legittima l’azione di responsabilità nei confronti del liquidatore della società in caso di omesso pagamento del debito verso l’Erario, quando l’Amministrazione finanziaria dimostri la sussistenza della condizione della certezza legale del tributo all’atto dell’esercizio dell’azione. È onere del liquidatore che voglia opporsi all’azione di responsabilità provare l’insussistenza dei presupposti del debito o l’incertezza dello stesso.

Queste le direttive fornite dai giudici della Suprema corte, contenute nell’ordinanza 179 dell’8 gennaio.