Beni ai soci: presentazione della comunicazione a fine mese, ma attenzione alle sanzioni

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 7 gennaio 2014

come è noto per la "Comunicazione beni e finanziamenti soci" è consentita la presentazione tardiva fino al prossimo 31 gennaio 2014, ma permangono dubbi in merito al regime sanzionatorio

Con un comunicato stampa dello scorso 6.12.2013, l'Agenzia delle Entrate ha annunciato la validità delle presentazioni effettuate entro il 31.1.2014 delle comunicazioni dei beni concessi in godimento ai soci o familiari dell'imprenditore, nonché dei finanziamenti e delle capitalizzazioni, la cui scadenza è stata fissata, con i provv. 2.8.2013 nn. 94902 e 94904, al 12.12.2013.

 

In buona sostanza, con il provvedimento in esame, è stata adottata la medesima modalità prevista per lo "spesometro", consentendo la presentazione "tardiva" della comunicazione, purché ciò avvenga entro il prossimo 31 gennaio 2014. Il comunicato precisa, altresì, che entro lo stesso termine si potranno inviare anche gli eventuali file che annullano o sostituiscono i precedenti invii. Peraltro, analogamente a quanto chiarito con riferimento allo "spesometro", considerato che le motivazioni del "rinvio" sono sostanzialmente le medesime anche per l'adempimento in esame, si ritiene che, nel caso in cui la comunicazione dei beni o dei finanziamenti sia presentata entro il prossimo 31 gennaio 2014, le sanzioni non siano applicabili. A tale fin