Diario quotidiano del 18 dicembre 2013: registratori di cassa, meno obblighi dal 2014; SRL nuovi approfondimenti

 

 Indice:

 1) Disponibile anche la bozza di Unico 2014 per le società di persone

 2) Decreto flussi 2013: ora possibile la precompilazione dei modelli

 3) INPS: Lavoratori agricoli: aggiornamento del modello di domanda per l’Indennità di disoccupazione

 4) Le nuove Srl: studio del Notariato

 5) Assonime: la disciplina dell’assemblea delle società quotate

 6) Le innovazioni sulla finanza d’impresa: cambiali finanziarie, obbligazioni subordinate e partecipative

 7) Registratori di cassa: dal 2014 scompare l’obbligo di comunicazione alle entrate

 8) Legge stabilità: via libera a fondo taglio cuneo fiscale

 

1) Disponibile anche la bozza di Unico 2014 per le società di persone

È online la bozza di Unico 2014 per le Società di persone (Sp). Tra le novità, entra direttamente in dichiarazione la comunicazione da parte delle imprese che variano i criteri di valutazione dei propri beni adottati nei precedenti esercizi. Sempre in tema di semplificazioni, confluiscono in Unico 2014 le minusvalenze sopra i 50mila euro e quelle sopra i 5 milioni di euro: Non vanno, quindi, più inviate comunicazioni alla Direzione Regionale competente. Il nuovo modello recepisce anche la proroga della detrazione al 50% per interventi di recupero del patrimonio edilizio e accoglie nuovi campi per gestire il bonus mobili e lo sconto per le spese su edifici in zone sismiche.

Le novità del quadro “RS”,

Il quadro “RS” si adegua alle nuove procedure per la semplificazione amministrativa. È stato previsto, infatti, uno spazio per la comunicazione dei dati e delle notizie relative alle minusvalenze di ammontare complessivo superiore a cinque milioni di euro, derivanti da cessioni di partecipazioni che costituiscono immobilizzazioni finanziarie (realizzate anche a seguito di più atti di disposizione) e di quelle relative alle minusvalenze e alle differenze negative, di ammontare superiore a cinquantamila euro, derivanti da operazioni su azioni o altri titoli negoziati in mercati regolamentati italiani o esteri.

Nuovo prospetto anche per i soggetti che correggono gli errori contabili derivanti dalla mancata imputazione di componenti negativi nel corretto esercizio di competenza e uno spazio dedicato per le imprese che intendono comunicare eventuali modifiche riguardanti i criteri di valutazione adottati nei precedenti esercizi.

Le società che hanno investito in Start-up possono utilizzare, infine, un’apposita sezione del quadro “RS” per usufruire dalle agevolazioni previste dal Dl n.179/2012.

Nuovi spazi per gli immobili

Con la proroga della detrazione del 50% sulle spese sostenute per gli interventi di recupero abitativo, è stato modificato anche il quadro “RP” e sono stati introdotti nuovi campi per le detrazioni sull’arredo dell’immobile ristrutturato e sulle spese degli edifici ubicati in zone sismiche. Il quadro “RB” si arricchisce, invece, di una nuova casella per gli immobili riconosciuti di interesse storico-artistico: in questo caso la rendita catastale va indicata in misura ridotta (50%) e il reddito per le unità immobiliari tenute a disposizione non va aumentato di un terzo.

Nuove indicazioni anche per i redditi dominicali e agrari, rivalutati del 15% o del 5%, e un nuovo quadro (Quadro TR) per i trasferimenti della residenza all’estero.

In particolare, per quanto riguarda il quadro RA da quest’anno e fino alla dichiarazione 2016, i redditi dominicali e agrari vanno ulteriormente rivalutati del 15% (comma 512, art. 1, Legge 228/2012). L’operazione, però, non va fatta in sede di compilazione delle colonne che accolgono tali redditi, ma in fase di determinazione della base imponibile, così come avviene per il 730.

Poiché l’ulteriore rivalutazione è ridotta al 5% per gli imprenditori agricoli professionali, nei righi da RA1 a RA26 appare la nuova casella 10, che lo Iap deve barrare per qualificarsi.

Il discorso sul calcolo “posticipato” della rivalutazione vale anche per i redditi dei fabbricati. Nel quadro RB,…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it