Il progetto per la nascita di nuove imprese in Abruzzo

la Regione Abruzzo, col progetto denominato ‘Goal’, intende agevolare l’apertura di nuove imprese da parte dei giovani under 35

Il progetto “Goal” promuove la nascita e l’avviamento di nuove attività imprenditoriali o professionali, esercitate in forma individuale, collettiva o cooperativistica, da realizzare sul territorio della regione Abruzzo da parte di giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni.

 

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare del contributo i soggetti che posseggono i seguenti requisiti:

  • Essere impresa individuale o libero professionista,

  • Avere un’organizzazione individuale, societaria o cooperativistica,

  • Avere sede operativa e domicilio fiscale nel territorio abruzzese,

  • Essere costituite da giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni compiuti,

  • Non aver ancora conseguito ricavi.

 

Spese ammissibili

Il contributo è finalizzato all’acquisto di beni:

  • A titolo di proprietà,

  • Nuovi,

  • Materiali e immateriali.

In particolare:

    1. costituzione dell’impresa o avvio dell’attività professionale fino ad un massimo di € 1.500,00;

    2. studio di fattibilità fino ad un massimo di € 1.500,00;

    3. strumentazione, attrezzature, macchinari, arredi ed ogni altro bene nuovo di fabbrica, strettamente funzionale alla realizzazione dell’iniziativa;

    4. licenze, brevetti e software specifici, solo se non esistano software analoghi open source;

    5. fidejussione;

    6. interventi edili per la ristrutturazione e/o l’adeguamento dei locali destinati allo svolgimento dell’attività, nel limite massimo di € 10.000,00;

    7. canoni di locazione, fino ad un massimo di € 5.000,00.

 

Contributo regionale

Il contributo consiste in un finanziamento a fondo perduto in misura pari al 100% delle spese ammesse, al netto dell’IVA. L’importo massimo concedibile è pari ad Euro 25.000,00. Il progetto deve realizzarsi in 12 mesi.

 

Termine e modalità di presentazione della domanda

Le domande devono essere presentate entro il 20 dicembre 2013, tramite raccomandata postale A/R, al seguente indirizzo:

Regione Abruzzo Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali – Viale Bovio n. 425 – 65124 Pescara

 

Modalità di erogazione del contributo

L’erogazione del contributo avviene nel seguente modo:

  • Anticipo, fino all’80% del contributo concesso a fondo perduto, se:

    • richiesto entro 30 giorni dalla comunicazione di ammissione al finanziamento;

    • previa presentazione di idonea garanzia fideiussoria e dell’autocertificazione attestante l’iscrizione dell’impresa alla Camera di Commercio;

      • Saldo, se spettante, pari alla differenza tra l’importo del contributo riconosciuto in esito alla verifica finale e l’importo dell’eventuale anticipo erogato.

 

Dettagli della documentazione

La documentazione deve essere spedita in un plico indicante:

  • la dicitura: Avviso pubblico GOAL – Giovani Opportunità per Attività Lavorative – Piano Integrato “Giovani Abruzzo”;

  • il mittente.

All’istanza (Allegato “1B”) devono essere allegati:

    1. studio di fattibilità relativo all’iniziativa (Allegato “1A”), diviso in 6 parti:

  1. l’imprenditore/i soci/ il libero professionista;

  2. l’idea progettuale/prodotto-servizio, cioè la descrizione dell’attività che si intende realizzare, gli elementi innovativi che caratterizzano il prodotto e/o il processo produttivo, i prodotti/servizi che si intendono offrire, i prezzi di vendita che si intendono applicare;

  3. il mercato e la strategia commerciale, che si sostanzia nelladefinizione del contesto competitivo e del piano di marketing;

  4. l’organizzazione aziendale, cioè la descrizione della struttura organizzativa ipotizzata, con un organigramma aziendale in cui quantificare le risorse necessarie, evidenziando anche i ruoli ricoperti dall’imprenditore, dai singoli soci, o dal libero professionista.

  5. il programma di spesa;

  6. le previsioni economcio-finanziarie, costituite dalle previsioni finanziarie e dal conto economico dei primi 3 anni di attività.

    1. autocertificazione attestante il possesso di partita IVA (Allegato “1C”);

    2. per le società e le cooperative, copia conforme all’originale dell’Atto costitutivo e dello Statuto;

    3. curriculum del professionista, o del titolare, se ditta individuale, ovvero di tutti i soci, in caso di società o cooperative (Allegato “1D”);

    4. fotocopia documento di identità, in corso di validità;

    5. dichiarazione “de minimis” (Allegato “1E”);

    6. dichiarazione concernente gli ulteriori obblighi del beneficiario (Allegato “1F”):

  • realizzare il progetto nei termini ed alle condizioni previste dall’ Avviso;

  • conservare a disposizione della Regione, dello Stato e delle Autorità competenti i titoli di spesa, in originale o in copie autenticate, per i tre anni successivi all’erogazione del saldo del contributo concesso;

  • validare tutti i giustificativi di spesa con apposita timbratura recante la dicitura: “Intervento finanziato dalla Regione Abruzzo – Piano Integrato Giovani Abruzzo”;

  • acconsentire agli eventuali controlli e/o ispezioni disposti dalla Regione;

  • fornire i dati, le notizie e i documenti richiesti dagli Organi della Regione e dagli incaricati del monitoraggio e/o delle verifiche;

  • comunicare tempestivamente al Servizio competente – DL31, qualora avvenisse durante la realizzazione del progetto imprenditoriale o nei tre anni successivi dalla conclusione del medesimo, eventuali trasferimenti della sede legale e/o operativa;

  • comunicare tempestivamente al Servizio competente – DL31, e, comunque, non oltre il trentesimo giorno dall’assegnazione, gli eventuali, ulteriori aiuti comunitari, nazionali o regionali concessi all’impresa successivamente all’ammissione a tale beneficio, precisando l’ente concedente/erogante e la somma richiesta/ricevuta.

    1. tre preventivi di acquisto (Allegato “1G”), rilasciati da rivenditori autorizzati o da produttori concorrenti relativi a:

      • strumentazione, attrezzature, macchinari, arredi ed ogni altro bene nuovo di fabbrica,

      • licenze, brevetti e software specifici,

      • interventi edili per la ristrutturazione e/o l’adeguamento dei locali destinati allo svolgimento dell’attività.

 

9 novembre 2013

Anna Maria Pia Chionna

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it