Eco bonus 2013: proroghe e aumento delle percentuali di detrazione da 55% a 65%

una delle principali e più interessanti agevolazioni fiscali previste per il 2013 è quella che aumenta dal 55% al 65% la detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica e aumenta l’entità dell’incentivo per tutte quelle spese documentate sostenute dal 6 giugno 2013

Il decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013 proroga al 31 dicembre 2013 le detrazioni per gli interventi di riqualificazione energetica e aumenta l’entità dell’incentivo dal 55% al 65% per tutte quelle spese documentate sostenute dal 6 giugno 2013. Si tratta di una detrazione dall’imposta lorda, che può essere fatta valere sia sull’Irpef che sull’Ires.

Per gli interventi che riguardano i condomini – che richiedono un iter più lungo per le convocazioni di assemblea – il termine ultimo per documentare le spese sostenute sarà il 31 dicembre 2014 se gli interventi implicheranno la riqualificazione di almeno il 25% della superficie dell’involucro dell’immobile.

 

Rif. Normativi:

D.L. 4 giugno 2013, n. 63, convertito dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, art. 16 (decreto Ecobonus)

Agenzia delle Entrate, Circolare 18 settembre 2013, n. 29/E

 

Premessa

L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 29 del 18 settembre 2013 interviene con alcuni chiarimenti sulle misure introdotte dal decreto legge 4 giugno 2013 n. 63 convertito dalla legge 3 agosto 2013 n. 90 che contiene agevolazioni dirette a favorire il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici e il recupero del patrimonio edilizio, anche con finalità di stimolo dei settori produttivi di riferimento

Il decreto legge n. 63 del 2013 – decreto Ecobonus – ha sancito la proroga fino al 31 dicembre 2013 delle detrazioni di imposta previste per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici e per gli interventi di ristrutturazione edilizia portando contestualmente rispettivamente l’entità dell’incentivo dal 55% al 65% e dal 36% al 50%.

Per gli edifici condominiali la proroga è stata estesa fino al 31 dicembre 2014.

Nell’ambito del bonus del 50% riservato alle opere di recupero del patrimonio edilizio ha raddoppiato l’importo massimo agevolabile – da 48 mila a 96 mila euro – e ha aggiunto, tra le spese rilevanti, anche quelle sostenute per l’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

 

Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulle detrazioni

Con la Circolare n. 29/E del 18 settembre 2013, l’Agenzia delle Entrate ha interpretato la norma e fornito chiarimenti in merito alla corretta utilizzazione delle detrazioni.

La Circolare tratta:

  • Gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici;

  • Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio;

  • L’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici.

 

Riqualificazione energetica

La disciplina delle detrazioni fiscali per gli interventi di efficienza energetica è contenuta nell’art. 14 del decreto che proroga fino al 31 dicembre 2013 la detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica elevando contestualmente l’aliquota delle detrazioni dal 55% al 65%. La proroga vale per tutti gli interventi mirati al miglioramento dell’efficienza energetica previsti dall’art. 1, cc. 344 e seguenti della legge 296/2006:

  • Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti;

  • Interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari, riguardanti strutture opache verticali, strutture opache orizzontali, finestre comprensive di infissi;

  • Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali,

  • Interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione;

  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia;

  • Interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

 

Ristrutturazioni edilizie

Le detrazioni per le spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione edilizia sono parte del TUIR anche se le misure per il momento sono state ritoccate, fino al 31 dicembre 2013 la…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it