Diario quotidiano del 25 ottobre 2013: non è reato non pagare l'IVA per gli effetti della crisi economica

 

 
Indice:
1) Imposte sostitutive per la rivalutazione dei beni immobili delle imprese:  chiarimenti delle Entrate su tasso d’interesse e modalità di versamento
2) Educazione alla legalità e contribuzione come strumenti di equità sociale: MIUR e Agenzia rinnovano il protocollo di intesa su “Fisco e Scuola”
3) Contratto di solidarietà espansivo e contributo ai datori di lavoro
4) ASpI in caso di licenziamento disciplinare
5) Integrazione salariale in deroga
6) Evade Iva, assolto dal reato causa crisi
 
7) Imu: dal Senato ok definitivo al Decreto
8) Dalla UE la semplificazione della dichiarazione Iva
9) Transfer pricing sui prezzi di origine
10) Sulle seconde case aumenta il prelievo fiscale
 

 
1) Imposte sostitutive per la rivalutazione dei beni immobili delle imprese:  chiarimenti delle Entrate su tasso d’interesse e modalità di versamento
È pari al 3% l’interesse da applicare in caso di rateazione delle imposte sostitutive per la rivalutazione di beni immobili delle imprese che non adottano i principi contabili internazionali. Ai contribuenti che in buona fede hanno erroneamente applicato il tasso d’interesse legale vigente nell’anno del versamento, invece di quello previsto dall’art. 15, comma 22, del D.L. n. 185/2008, non verranno applicate le sanzioni. Allo stesso modo, non verranno sanzionati i contribuenti che hanno versato le relative imposte sostitutive in un numero di rate superiori alle tre previste dallo stesso D.L. n. 185/2008.
Sono questi i chiarimenti diffusi dall’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 70/E del 23 ottobre 2013 che contiene delle aperture per chi ha commesso errori nel calcolo del tasso d’interesse e nelle modalità di versamento delle imposte sostitutive sui beni immobili delle imprese.
Quando l’interesse versato è inferiore al 3%
Non vengono applicate sanzioni a chi, in caso di versamento rateale delle imposte sostitutive, ha calcolato sulla seconda e terza rata il tasso d’interesse legale dell’anno in cui ha effettuato il versamento, invece di quello fisso, stabilito al 3% dall’art. 15, comma 22, del D.L. n. 185/2008.
L’Agenzia, infatti, applicando il principio del legittimo affidamento, riconosce la buona fede dei contribuenti che hanno applicato un diverso tasso d’interesse.
Quando le rate versate sono più di tre
Nessuna sanzione anche per le imprese che hanno versato la quota annuale dell’imposta sostitutiva a rate, facendo erroneamente riferimento all’art. 20 del D.L. n. 241/1997, che regola esclusivamente i pagamenti rateali a titolo di saldo e acconto delle imposte dovute in base alle dichiarazioni.
Come è noto, le imposte sostitutive relative alla rivalutazione di beni immobili potevano essere versate in un’unica soluzione oppure in tre rate annuali (art. 15, comma 22, Dl n. 185/2008).
 
2) Educazione alla legalità e contribuzione come strumenti di equità sociale: MIUR e Agenzia rinnovano il protocollo di intesa su “Fisco e Scuola”
Terzo rinnovo per il protocollo di intesa su Fisco e Scuola, firmato dal Capo Dipartimento per l’Istruzione, Luciano Chiappetta, e dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera. Con l’accordo le due istituzioni si impegnano a proseguire il progetto di educazione alla legalità, realizzando iniziative di sensibilizzazione e informazione finalizzate a sviluppare nei giovani un’occasione di riflessione sul tema  della contribuzione ai beni e ai servizi pubblici.
Il progetto, nato nel 2004, conferma a distanza di nove anni il successo ottenuto sin dalla prima edizione, con circa 13mila iniziative organizzate fino a oggi. In linea con il 2012, nel corso di quest’anno saranno realizzati 1.400 incontri che vedranno i …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:


Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it