Gli incentivi all’esodo dei lavoratori più prossimi al trattamento di pensione

di Patrizia Macrì

Pubblicato il 24 settembre 2013



la possibilità di stipulare accordi tra i datori di lavoro e le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative a livello aziendale, al fine di incentivare l’esodo dei lavoratori più prossimi al trattamento di pensione è una politica di gestione del personale aziendale molto utilizzata, soprattutto in quei casi in cui è necessario puntare ad una riduzione del personale impiegato

La legge 92 del 28 giugno 2012, così come modificata dalla Legge 221 del 17 dicembre 2012, prevede la possibilità di stipulare accordi tra i datori di lavoro e le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative a livello aziendale, al fine di incentivare l’esodo dei lavoratori più prossimi al trattamento di pensione. Tale possibilità è concessa ai datori di lavori che impieghino mediamente più di 15 dipendenti, esclusivamente nei casi di eccedenza di personale.

Scarica il documento