Diario quotidiano del 27 settembre 2013: redditometro: il tenore di vita elevato può essere giustificato dai risparmi

 

 
Indice:
 
1) Società di capitali lese da sisma 2012: più tempo per approvare i bilanci
 
2) Redditometro: il tenore di vita elevato può essere giustificato dai risparmi
 
3) Imposta di registro: applicabilità dei tributi speciali alle annotazioni di avvenuta registrazione
 
4) Dichiarazione annuale IVA per il periodo d’imposta 2012: circolare di Assonime
 
5) Pescatori autonomi: aliquota contributiva per l’anno 2013
 
6) Avvocato con dipendente part time non soggetto ad Irap
 
7) Convenzione contro le doppie imposizioni: modalità di tassazione, degli emolumenti corrisposti a titolo di TFR e di indennità dal sostituto d’imposta italiano
 
8) Cassaintegrati CIGS: problemi tecnici per le istanze
 

 
1) Società di capitali lese da sisma 2012: più tempo per approvare i bilanci
Una risoluzione dell’Agenzia delle entrate, n. 59/E del 25 settembre 2013, fa luce sui termini di presentazione della dichiarazione e di effettuazione dei versamenti che sono stati posticipati da una delibera pubblicata in Gazzetta.
Le società di capitali che in base alla delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2013, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 29 del 4 febbraio 2013, possono posticipare i termini per l’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2012, versano il saldo e il primo acconto dell’Ires e dell’Irap entro il giorno 16 del mese successivo a quello di approvazione del bilancio ovvero entro i trenta giorni successivi applicando la maggiorazione dello 0,40%.
Il differimento dei termini riguarda anche i soci di società a responsabilità limitata non trasparenti, con riferimento al versamento dei contributi previdenziali, nonché i soci di società di capitali trasparenti, limitatamente alla quota dei versamenti (tributari e contributivi) afferente al reddito di partecipazione nella società che posticipa l’approvazione del bilancio.
Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la suddetta risoluzione n. 59/E/2013, emanata a seguito di numerose richieste di parere da parte di alcune associazioni di categoria volte a conoscere le “ricadute” fiscali della delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2013, con cui sono stati posticipati i termini per l’approvazione dei bilanci relativi all’esercizio 2012 delle società di capitali che hanno subito danni dal sisma del maggio 2012.
La risoluzione, prima di affrontare gli aspetti fiscali, ricorda che destinatari della delibera del 31 gennaio 2013 sono i soggetti tenuti all’approvazione del bilancio, cui si applicano gli articoli 2364, secondo comma, e 2478-bis del codice civile (in tema di convocazione dell’assemblea dei soci), vale a dire le società di capitali che, oltre ad avere sede legale o operativa e a svolgere attività in uno dei comuni interessati dal sisma, devono avere subito danni dal terremoto.
Con riferimento alle conseguenze fiscali della delibera, la risoluzione si concentra sui versamenti e sulla presentazione della dichiarazione dei redditi delle società interessate dalla posticipazione del termine per l’approvazione del bilancio.
In particolare, per i versamenti del saldo e degli acconti, l’Agenzia richiama l’articolo 17 del Dpr. n. 435/2001.
La disposizione prevede che i soggetti Ires devono effettuare i versamenti a titolo di saldo delle imposte derivanti dai modelli Unico e Irap entro il giorno 16 del sesto mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta. La norma prescrive, inoltre, che se in base a disposizioni di legge il bilancio è approvato oltre il termine di quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio, il saldo deve essere versato entro il giorno 16 del mese successivo a quello di approvazione del …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it