Diario fiscale del 3 settembre 2013: il ripasso delle istruzioni per la formazione del registro dei revisori

 

 

 

Indice:

1) In G.U. il Decreto sull’IMU: Scende la detrazione sulle polizze vita

2) Razionalizzazione nel pubblico impiego: il D.L. in G.U., novità per il contratto a termine

3) Pubblicato il Decreto Legge su lavoro e Welfare

4) Come chiedere un rimborso in modo semplice e immediato

5) Prima formazione del Registro dei revisori contabili

6) Dal Ministero le indicazioni operative su tutte le novità del D.L. n. 76/13

7) Accertamento induttivo: valide le prove raccolte per un’altra imposta

8) Modello Unico trasmesso in via telematica: ipotesi di difformità con la copia cartacea

 

 

1) In G.U. il Decreto sull’IMU: Scende la detrazione sulle polizze vita

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, n. 204 del 31 agosto 2013, il Decreto n. 102 del 31 agosto 2013 (cd. Decreto IMU), in vigore da tale data. Tra le novità apparse in G.U., rispetto alla bozza trapelata dall’ultima riunione del Consiglio dei ministri, emerge l’assenza del temuto ritorno dell’IRPEF sulle secondo case sfitte.

Scompare nel testo definitivo anche la parziale deducibilità dell’IMU per le imprese.

Disposizioni sull’IMU

Il decreto stabilisce che l’IMU – relativamente alla prima casa, ai terreni agricoli e ai fabbricati rurali – non verrà pagata nel 2013. A copertura dell’abolizione è previsto un intervento immediato per la prima rata 2013.

Con un decreto legge, da adottare in via contestuale alla prossima legge di stabilità, verrà invece soppressa la seconda rata.

A decorrere dal 2014, in luogo dell’IMU, entrerà in vigore la nuova imposta sui servizi comunali (c.d. Service Tax).

Come annunciato nel comunicato stampa del Consiglio dei Ministri del 28 agosto 2013, la service tax sarà riscossa direttamente dai Comuni e costituita da due componenti destinate alla gestione dei rifiuti (TARI) ed alla copertura dei servizi indivisibili (TASI). La prima componente sarà dovuta da chi occupa, a qualunque titolo, locali o aree suscettibili di produrre rifiuti urbani. Il Comune potrà scegliere come base imponibile, alternativamente, la superficie o la rendita catastale.

Scende la detrazione sulle polizze vita

Il decreto dispone inoltre un dimezzamento del tetto massimo di detraibilità delle polizze vita, che passa da quasi 1.300 euro a 630 per quest’anno, per poi scendere a 230 euro dal prossimo anno.

Salta la deduzione parziale dell’IMU

Tra le principali novità riscontrate nel testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale, rispetto alle anticipazioni successive al Consiglio dei Ministri, si segnala la mancata reintroduzione dell’IRPEF sulle rendite catastali delle abitazioni sfitte.

Nel testo definitivo non compare più la deduzione dal reddito d’impresa dell’IMU versata sui capannoni industriali e gli immobili connessi.

In particolare, l’art. 12 del citato D.L. n. 102/2013 dispone con norma già valida per il 2013 (e quindi in deroga allo Statuto dei diritti del contribuente) il dimezzamento dell’ammontare massimo dei premi detraibili per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente.
Questi passano da euro 1.291,14 a euro 630,00 per il 2013 e diventano, a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2014, 230,00 euro.

Conferme

Trovano, invece, conferma la riduzione dell’aliquota dal 19% al 15% della cedolare secca pagata dai proprietari di casa con contratto d’affitto a canone concordato, e il trasferimento dallo Stato ai Comuni per 2,3 miliardi di euro per il 2013 e 75 milioni dal 2013, a titolo di rimborso per il minor gettito dell’imposta sugli immobili.

Nel testo definitivo del decreto figura infine una clausola di salvaguardia in caso di insufficiente copertura finanziaria. In particolare, nel caso in cui le entrate sperate dovessero rivelarsi insufficienti, è previsto un aumento degli acconti IRES e IRAP di fine anno e un nuovo balzello delle accise.

 

2) Razionalizzazione nel pubblico impiego: il D.L. in G.U., novità per il contratto a termine

E’ stato pubblicato nella

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it