Il giudicato IVA non ha alcun riflesso sulle imposte dirette

La sentenza passata in giudicato, che ha annullato la rettifica IVA, non ha riflessi sul giudizio relativo alle imposte dirette, anche se si tratta di avvisi concernenti il medesimo anno d’imposta e che sono scaturiti da un unico processo verbale di constatazione. I rapporti giuridici sottostanti l’IVA e i tributi diretti divergono sia oggettivamente che soggettivamente, quindi il giudicato formatosi per uno non vale per l’altro. È quanto chiarito dalla Suprema Corte di Cassazione, che ha respinto il ricorso proposto da una società di capitali…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it