Semplificazioni tributarie: ecco alcune interessanti proposte

di Francesco Buetto

Pubblicato il 18 luglio 2013

segnaliamo alcune interessanti proposte di semplificazione (spese per omaggi, le ritenute per gli agenti, gli elenchi black list, l'iscrizione VIES, spese di vitto e alloggio per i professionisti...) inserite nel DDL Semplificazioni, che potrebbero ridurre i carichi amministrativi per imprese e consulenti

In questo nostro intervento puntiamo l’attenzione sulle novità fiscali presenti nel DDL approvato dal Consiglio dei Ministri n.10 del 19 giugno 2013.

 

Le ritenute d’acconto del 20% per gli agenti

Il legislatore si appresta a modificare l’art. 25-bis del D.P.R. n. 600/73, norma che prevede che, per ottenere l’applicazione delle ritenute nella misura del 20%, gli agenti devono dichiarare ai loro committenti di avvalersi, nell'esercizio della propria attività, in via continuativa dell'opera di dipendenti o di terzi.

Questa attestazione andava spedita entro il 31 dicembre di ciascun anno solare, esclusivamente tramite raccomandata con avviso di ricevimento e aveva effetto per l’intero anno solare successivo.

Una volta definitivamente approvato il DDL Semplificazioni, non sarà più necessario presentare ogni anno tale dichiarazione.

La comunicazione deve essere ripresentata, invece, qualora vengano meno le condizioni per fruire delle ritenute d’acconto ridotte.

 

Il limite di 50 euro per dedurre gli omaggi viene esteso ai fini Iva

Allineamento fiscale, ai fini delle imposte dirette ed Iva. Infatti, il legislatore ha innalzato il limite per la piena deducibilità delle spese per gli omaggi a 50 euro (prima previsto a 25,82 euro) anche per l’Iva, allineandolo a quanto già previsto ai fini reddituali.

 

Assicuratori esteri

La comunicazione del rappresentante fiscale dell’assicuratore estero che opera in Italia non sarà più mensile ma annuale, e andrà presentata all’Agenzia entro il 31 maggio, indicando i premi ed accessori incassati nell’anno solare precedente.

Lo stesso obbligo dichiarativo viene esteso anche alle imprese assicuratrici che operano nel territorio dello Stato in regime