Novità fiscali del 17 luglio 2013: studio professionale e outsourcing, attenzione ai profili elusivi

Pubblicato il 17 luglio 2013

call center per attività scientifica e di ricerca e contratto a progetto; applicazione della maxi sanzione per lavoro occasionale accessorio; rapporto entrate tributarie e contributive; studio professionale con servizi più costosi in outsourcing: é elusione fiscale; modello F24: modificato il limite di compensazione; fatture per operazioni inesistenti: onere della prova a carico del fisco; studio sulla contraffazione dei prodotti

 

 

Indice:

1) Call center per attività scientifica e di ricerca e contratto a progetto

2) Applicazione della maxi sanzione per lavoro occasionale accessorio

3) Rapporto entrate tributarie e contributive

4) Studio professionale con servizi più costosi in outsourcing: é elusione fiscale

5) Modello F24: modificato il limite di compensazione

6) Fatture per operazioni inesistenti: onere della prova a carico del fisco

7) Studio sulla contraffazione dei prodotti

 

 

1) Call center per attività scientifica e di ricerca e contratto a progetto

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la lettera circolare prot. n. 12693 del 12 luglio 2013, fornisce ulteriori chiarimenti in merito alla corretta interpretazione della disciplina del contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto nel settore dei call-center.

In particolare, il Ministero evidenzia che l’articolo 61, comma 1, del Decreto Legislativo n. 276/2003 non trova applicazione, anche con riferimento alla sussistenza di uno specifico progetto, nelle ipotesi di attività di vendita diretta di beni e di servizi realizzate attraverso call-center outbound per le quali il ricorso ai contratti di collaborazione a progetto è consentito sulla base del corrispettivo definito dalla contrattazione collettiva nazionale di riferimento, a prescindere dal requisito dimensionale dell'azienda.

La semplificazione, introdotta dal legislatore nell’ambito dei call-center, consente l’impiego di personale con contratti di collaborazione in una molteplicità di attività di servizi, tra cui risultano annoverabili anche le attività di ricerche di mercato, statistiche e scientifiche, indipendentemente da una contestuale vendita di prodotti o di servizi.

(Ministero del Lavoro: circolare prot. n. 12693 del 12 luglio 2013)

 

2) Applicazione della maxi sanzione per lavoro occasionale accessorio

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha risposto ad un quesito della DTL di Modena in merito alla irrogazione della c.d. “maxi sanzione” per lavoro nero nei confronti degli utilizzatori di prestazioni di lavoro accessorio che, in relazione a talune giornate di lavoro, non utilizzino voucher per retribuire il personale impiegato.

La mancata remunerazione di alcune giornate di lavoro, in presenza della comunicazione preventiva all’Inps/Inail, non potrà dare luogo all’irrogazione della “maxi sanzione”.

In detti casi, comunque, il Ministero chiarisce che è necessario operare una trasformazione del rapporto in quella che costituisce la forma comune di rapporto di lavoro, ossia il rapporto di natura subordinata a tempo indeterminato, con applicazione delle relative sanzioni civili e amministrative, esclusivamente in relazione a quelle prestazioni rese nei confronti di una impresa o di un lavoratore autonomo.

(Ministero del Lavoro: circolare prot. n. 12695 del 12 luglio 2013)

 

3) Rapporto entrate tributarie e contributive e Report delle entrate tributarie internazionali

È disponibile sui siti www.finanze.gov.it e www.rgs.mef.gov.it il Rapporto sull’andamento delle entrate tributarie e contributive del periodo gennaio-maggio 2013 che mostrano complessivamente una flessione dello 0,4% rispetto ai primi cinque mesi del 2