Novità fiscali del 5 luglio 2013: rapporti fra l'IMU e le imposte sui redditi, nuovi chiarimenti

 

 
Indice:
1) Rapporti tra IMU e imposte sui redditi: deducibilità contributi ai consorzi obbligatori
2) Bonus Infanzia: contributo per il servizio di baby sitting – asilo
3) Indisponibilità servizi gestione ex ENPALS
4) Start up innovative: estensione dei criteri per l’accesso al regime agevolato
5) S.r.l. semplificata e s.r.l. a capitale ridotto: modifiche e abrogazioni
6) IVA – Comunicazione, da parte degli operatori finanziari, delle operazioni il cui corrispettivo è pagato con strumenti elettronici: ulteriore proroga
7) Il periodo di crisi giustifica le vendite sotto costo: niente accertamenti fiscali
8) Frode milionaria e riciclaggio
9) Ristrutturazioni edilizie: detrazione del 50% per l’acquisto di mobili, prime indicazioni dalle Entrate
 

 
1) Rapporti tra IMU e imposte sui redditi: deducibilità contributi ai consorzi obbligatori
Contributi ai consorzi obbligatori: l’Imu non è di ostacolo per la deduzione.
L’introduzione dell’imposta municipale, che come è noto ha sostituito l’Irpef per gli immobili non locati, non determina alcuna conseguenza sulla possibilità di dedurre tali oneri.
E’, quindi, possibile portare in deduzione dal proprio reddito complessivo i contributi versati a consorzi obbligatori relativamente a un immobile soggetto a Imu, a condizione che l’importo del versamento non sia stato già considerato nella determinazione della rendita catastale.
Viceversa, l’opzione per il regime della cedolare secca preclude la fruizione della suddetta deduzione, peraltro prevista dall’art. 10, comma 1, lett. a), del TUIR.
Sono questi i chiarimenti fatti dall’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 44/E del 04 luglio 2013, a seguito dei numerosi quesiti posti per conoscere se, alla luce dell’introduzione, con decorrenza dal 1° gennaio 2012, dell’IMU che sostituisce l’IRPEF per gli immobili non locati e non affittati, il cui reddito in precedenza concorreva al reddito complessivo, i contributi versati a consorzi obbligatori per legge possano ancora essere portati in deduzione dal reddito complessivo del contribuente.
Deduzione dei contributi ai consorzi obbligatori
Nella C.M. n. 5/E del 2013 è stato affermato che, sebbene l’IMU non abbia natura di imposta sul reddito, l’effetto di sostituzione dell’IRPEF si concretizza nell’ambito del TUIR mediante l’esclusione, dalla base imponibile dell’IRPEF, del reddito fondiario prodotto dagli immobili non affittati o non locati, soggetti alla sola IMU.
Nei casi rappresentati, la non concorrenza al reddito complessivo non deriva direttamente da norme “interne” all’IRPEF che rendono l’immobile non produttivo di reddito, ma da una norma “esterna” che ha decorrenza dal 2012,
introduttiva dell’effetto di sostituzione sopra richiamato.
Infatti, sotto il profilo sostanziale, l’immobile non locato o non affittato è comunque produttivo di reddito e la non concorrenza al reddito complessivo IRPEF deriva dall’assoggettamento obbligatorio dell’immobile all’IMU, sostitutiva dell’IRPEF, la cui base imponibile:
– deriva dalla rendita catastale, analogamente al reddito fondiario;
– non dà rilevanza (nella forma di deduzioni, detrazioni, o aliquote
agevolate) al contributo obbligatorio.
Inoltre, l’IMU non è deducibile dall’IRPEF e, quindi, non è ipotizzabile una deduzione “indiretta” del contributo al consorzio obbligatorio per legge.
Alla luce di ciò, l’Agenzia ritiene che la deducibilità dei contributi obbligatori dal reddito complessivo sia possibile nei casi in cui, in assenza dell’IMU, i redditi degli immobili su cui gravano i contributi stessi avrebbero concorso al reddito complessivo e …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it