La Sardegna aiuta le cooperative


Al fine di concorrere al potenziamento economico delle cooperative e dei loro consorzi, la Regione Sardegna eroga appositi contributi.

 

Soggetti beneficiari

Il contributo è destinato alle società cooperative di produzione e lavoro, sociali, di consumo e relativi consorzi, purché a mutualità prevalente e iscritte negli appositi Albi, aventi sede legale ed operativa in Sardegna.

 

Requisiti di ammissibilità

  1. iscrizione nel registro delle imprese;

  2. iscrizione nell’Albo delle società cooperative, sezione mutualità prevalente;

  3. regolare approvazione e deposito del bilancio dell’esercizio 2012 o, se non ancora depositato, del bilancio d’esercizio 2011;

  4. regolare, in base al bilancio dell’esercizio 2012 o, se non ancora approvato, del bilancio dell’esercizio 2011, versamento del contributo dovuto al Fondo mutualistico;

  5. rientrare nell’ambito di applicazione del regolamento sugli aiuti “de minimis”;

  6. osservazione delle disposizioni normative vigenti in materia di revisione cooperativa;

  7. approvazione del piano aziendale di investimenti per cui si richiede il contributo con verbale del Consiglio d’Amministrazione o dell’Assemblea dei soci;

  8. regolarità contributiva.

Se la cooperativa ha beneficiato di tale contributo anche negli anni precedenti sono necessari ulteriori requisiti:

  • presentazione del rendiconto degli anni precedenti entro i termini;

  • regolarità del rendiconto anche se sanata su richiesta da parte dell’ufficio nei tempi e/o modalità e criteri richiesti dallo stesso;

  • non aver ricevuto un preavviso di revoca parziale o totale del contributo con invito alla restituzione delle somme non spettanti, a meno che si è provveduto alla restituzione di quanto dovuto o siano state formulate eventuali controdeduzioni;

  • aver sanato un’eventuale posizione debitoria riferita a precedenti annualità del contributo.

 

Spese finanziabili

A. Beni mobili suddivisi nelle seguenti tipologie di spesa:

  1. Attrezzatura;

  2. Attrezzatura informatica (inclusi programmi informatici per elaborazione dati e sviluppo Aziendale);

  3. Macchinari;

  4. Arredi;

  5. Veicoli a motore

  6. Autovetture e motoveicoli

B. Interventi edilizi destinati funzionalmente all’attività dell’impresa: tale tipologia di spesa ricomprende tutti gli interventi che comportino valutazioni di carattere ambientale, urbanistico, edilizio e di tutela del paesaggio.

C. Beni immobili: acquisto del suolo aziendale ed acquisto di fabbricato.

A condizione che:

  • I beni ammessi a contributo:

  • Siano strumentali all’attività dell’impresa;

  • Abbino utilità pluriennale e formano oggetto di capitalizzazione;

  • siano mantenuti nel patrimonio della cooperativa e non alienati per la durata di 5 anni dalla data di acquisto;

  • siano nuovi di fabbrica, ed identificabili mediante apposito segno distintivo (etichetta, targhetta, ecc);

  • le spese siano sostenute a partire dal 1 aprile 2013.

 

Erogazione del contributo

Il contributo viene erogato in conto capitale sulla base delle spese ammissibili di cui al piano d’investimenti aziendale presentato dal beneficiario, in misura variabile secondo le disponibilità di bilancio e in proporzione agli importi di tutti i piani di investimento ammissibili. Tuttavia non sono ammessi piani di investimento di importo inferiore a € 10.000,00 e non sono finanziate le spese eccedenti un massimale di € 50.000,00.

La cooperativa potrà optare tra 2 modalità di erogazione del contributo:

  1. Rendicontazione diretta, in questo caso le somme saranno liquidate a seguito della presentazione e approvazione del rendiconto finale delle spese sostenute;

  2. Erogazione in forma anticipata, in questo caso la cooperativa dovrà, entro 45 giorni dalla data di pubblicazione della graduatoria definitiva delle cooperative ammesse, inviare all’Assessorato al lavoro:

  • una polizza fideiussoria (in originale) bancaria o assicurativa con beneficiaria esclusiva la Regione Autonoma della Sardegna, di importo pari al contributo concesso, incrementato del 5%;

  • Modulo indicante le coordinate bancarie complete, ai fini della liquidazione del contributo redatto secondo il fac-simile pubblicato nel sito www.regione.sardegna.it/contributicooperative;

  • Copia fronte retro del documento d’identità, in corso di validità, del rappresentante legale.

Il piano d’investimento aziendale ammesso dovrà essere regolarmente realizzato e rendicontato, salvo richiesta di proroga:

entro 6 mesi dall’erogazione del contributo, nell’ipotesi di erogazione in forma anticipata;

entro e 8 mesi dalla data di pubblicazione della determinazione di approvazione della graduatoria definitiva delle cooperative ammesse nell’ipotesi di rendicontazione diretta.

 

Modalità e termini di presentazione della domanda

La domanda di contributo dovrà essere compilata esclusivamente online dal rappresentante legale della

cooperativa previa registrazione al sistema Identity Management RAS o mediante l’utilizzo di una smart-card legalmente valida (CIE, CNS) e dovrà essere firmata digitalmente dal rappresentante legale stesso e trasmessa via PEC.

Le domande dovranno essere compilate validate e trasmesse a partire dalle ore 10,00 del 04.07.2013 e sino alle ore 12,00 del 09.08.2013.

 

13 luglio 2013

Anna Maria Pia Chionna


Partecipa alla discussione sul forum.