Novità fiscali del 12 giugno 2013: in Gazzetta Ufficiale il decreto per il pagamento dei debiti della P.A.

Pubblicato il 12 giugno 2013

debiti PA: in G.U. il Decreto per i pagamenti alle imprese; eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012: finanziamento agevolato per il pagamento dei contributi; rilascio procedura sperimentale di acquisizione e trasmissione domande sullo sgravio contributivo; ridotto del 25% il contributo a carico delle imprese destinato al finanziamento dell’AGCM; revisione della Costituzione per il buon funzionamento dell’economia; accertamento da studi di settore: una vaga motivazione da parte del giudice di merito favorisce il fisco; rinnovato il protocollo d’intesa tra l’autorità sui contratti pubblici (avcp) e la guardia di finanza; coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali: contributi obbligatori dovuti per l’anno 2013; contributi dovuti dai concedenti per i piccoli coloni e compartecipanti familiari per l’anno 2013

 

 

Indice:

 

1) Debiti PA: in G.U. il Decreto per i pagamenti alle imprese

 

2) Eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012: estesa la possibilità di accedere al finanziamento agevolato per il pagamento agevolato dei contributi

 

3) Rilascio procedura sperimentale di acquisizione e trasmissione domande sullo sgravio contributivo

 

4) Ridotto del 25% il contributo a carico delle imprese destinato al finanziamento dell’AGCM

 

5) Revisione della Costituzione per il buon funzionamento dell’economia

 

6)  Accertamento da studi di settore: una vaga motivazione da parte del giudice di merito favorisce il fisco

 

7) Rinnovato il protocollo d’intesa tra l’autoritaà sui contratti pubblici (avcp) e la guardia di finanza

 

8) Coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali: contributi obbligatori dovuti per l’anno 2013

 

9) Contributi dovuti dai concedenti per i piccoli coloni e compartecipanti familiari per l’anno 2013

 

 

1) Debiti PA: in G.U. il Decreto per i pagamenti alle imprese

La Legge del 6 giugno 2013 n. 64 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 132 del 7 giugno 2013.

Si tratta della conversione in legge, con modificazioni, del Decreto Legge 8 aprile 2013, n. 35, recante disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della Pubblica Amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali.

E’, quindi, andato in G.U. il Decreto per il pagamento dei debiti della P A.

Il provvedimento consentirà il pagamento di arretrati alle imprese per 40 miliardi in dodici mesi, intesi a partire dalla metà del 2013.

Anche i singoli professionisti rientrano tra i beneficiari che potranno riscuotere i crediti accumulati nei confronti della P A.

Le amministrazioni, una volta identificati i soggetti titolari del diritto ad incassare il proprio credito, dovranno verificare l’eventuale copertura e, nel caso in cui non abbiano la disponibilità per saldare tutti, procedere al pagamento seguendo un ordine cronologico basato sull’anzianità del credito scaduto.

Al fine di reperire le risorse per assicurare la liquidità necessaria all’attuazione degli interventi è autorizzata l’emissione di titoli di Stato per un importo fino a 20.000 milioni di euro per ciascuno degli anni 2013 e 2014.

Inoltre, il MEF (RgS), ha emanato la circolare 6 giugno 2013, n. 27 con la quale vengono fornite alcune indicazioni sulla metodologia da adottare ai fini della predisposizione del piano del rientro.

 

 

2) Eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012: estesa la possibilità di accedere al finanziamento agevolato per il pagamento agevolato dei contributi

In relazione agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 che hanno interessato i territori delle province di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo, l’art. 6 del D.L. 26 aprile 2013, n. 43 (GU n. 97 del 26/4/2013) ha differito dal 30 novembre 2012 al 15 giugno 2013 il termine per l’accesso ai finanziamenti per il pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, ed ha esteso la possibilità di accedere al finanziamento agevolato per il pagamento di imposte, contributi e premi per le somme dovute a qualunque titolo dal 1° luglio 2013 al 30 settembre 2013 (in precedenza fino al 30 giugno 2013)

(Inps, messaggio n. 9400 del 10 giugno 2013)

 

 

3)  Rilascio procedura sperimentale di acquisizione e trasmissione domande relative allo sgravio contributivo per l’incentivazione della contrattazione di secondo livello, riferito agli importi corrisposti nell’anno 2012

Con la circolare Inps n.73 del 03/05/2013 sono stati illustrati i contenuti e le modalità di accesso allo sgravio contributivo per l’incentivazione della contrattazione di secondo livello riferito agli importi corrisposti nell’anno 2012

Adesso l’Istituto previdenziale comunica che, a partire dalle ore 08.00 del giorno 10/06/2013 alle ore 20.00 del 18/06/2013, sarà disponibile la versione sperimentale dell’applicazione “Sgravi contrattazione II livello 2012” per l’acquisizione e l’invio delle domande di sgravio in oggetto.

Le domande potranno essere trasmesse via internet sia singolarmente che tramite flussi XML contenenti molteplici domande.

L’applicazione sarà disponibile tra i Servizi per le Aziende e Consulenti all’interno della sezione Servizi on-line del sito internet www.inps.it.

Viene poi fatto presente che, trattandosi di una versione sperimentale, finalizzata al test delle procedure, i dati acquisiti e trasmessi non avranno alcun valore ai fini dell'ammissione allo sgravio. A conclusione della sperimentazione tutti i dati inseriti saranno cancellati.

Eventuali richieste di chiarimento potranno essere inoltrate all’indirizzo di posta elettronica SgraviContrattazione.IILivello@inps.it

(Inps, messaggio n. 9399 del 10 giugno 2013)

 

 

4) Ridotto del 25% il contributo a carico delle imprese destinato al finanziamento dell’AGCM

Con il provvedimento n. 24352 del 9 maggio 2013, pubblicato il 10 giugno 2013 sul proprio sito internet, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha disposto che il contributo a carico delle imprese destinato a finanziare la sua attività sarà ridotto del 25% con effetto dal 2014.

La misura del contributo passa dall’attuale 0,08 per mille allo 0,06 per mille del fatturato, a fronte di un tetto massimo dello 0,5 per mille previsto dalla legge.

La decisione è stata adottata “in ragione della particolare situazione economica del Paese e delle imprese … al fine di limitare, quanto più possibile, gli oneri a carico degli operatori economici”. Essa si pone in linea con gli auspici di Assonime, che ha da tempo sollevato il problema dei costi elevati venuti a gravare sulle imprese per il funzionamento delle Autorità indipendenti.

Assonime ha commentato tramite circolari e approfondimenti l’evoluzione normativa che negli ultimi anni ha via via spostato dallo Stato al mercato l’onere del finanziamento delle Autorità indipendenti. In particolare, nel Note e studi n. 11/2012, elaborato dal Gruppo di lavoro su “Autorità indipendenti” della Giunta di Assonime, viene affermata l’esigenza che le prestazioni patrimoniali imposte alle imprese si fondino su presupposti normativi chiari e verificabili e la necessità che vi siano, per le Autorità come per le altre amministrazioni, efficaci forme di controllo della spesa.

Le iniziative di spending review adottate dall’Autorità antitrust, che hanno reso possibile la riduzione del contributo a carico delle imprese, vanno nella direzione indicata da Assonime.

Più in generale, secondo Assonime, per le Autorità indipendenti occorre definire sistemi di controllo che, senza interferire con l’indipendenza istituzionale, consentano l’esame del Parlamento sulla stima del fabbisogno e sui risultati della gestione e riconoscano ai soggetti di mercato interessati la possibilità di esprimere le proprie valutazioni.

Circolare Assonime su novità in materia di reddito d’impresa e IRAP

Assonime ha pubblicato la circolare n. 17 del 11 giugno 2013: Imposte sui redditi e IRAP – Modelli di dichiarazione UNICO 2013-SC e IRAP 2013 – Novità in materia di reddito d’impresa e IRAP – Modalità e termini di versamento – Determinazione degli acconti.

La suddetta circolare illustra le principali novità di ordine normativo e interpretativo che assumono rilevanza ai fini della presentazione della dichiarazione UNICO 2013-SC e IRAP 2013, nonché del versamento delle imposte previste da tali modelli di dichiarazione.

 

 

5) Revisione della Costituzione per il buon funzionamento dell’economia

Negli ultimi anni sono state discusse varie ipotesi di modifica della Costituzione per migliorare l’assetto istituzionale in cui si svolge l’attività d’impresa. E’ stata ripetutamente proposta una revisione dell’articolo 117, che definisce il riparto delle competenze legislative tra Stato e Regioni.

Sono state presentate alcune proposte di modifica dell’articolo 41 sulla libertà di iniziativa economica. In materia di finanza pubblica, la legge costituzionale n. 1/2012 ha intr