Diario giornaliero del 31 maggio 2013: consegna dei 730 prorogata al 10 giugno

 

 
Indice:
1) Più tempo per presentare il modello 730 a un Caf o a un professionista abilitato
2) Agevolazioni prima casa: ai fini della revoca dei benefici rileva anche la superficie abusiva
3) Al via l’autorizzazione unica ambientale
4) Contratto a termine: per aziende complesse criteri alternativi di giustificazione
5) Lavoro occasionale accessorio: fine dei vecchi voucher
6) Studio associato soggetto comunque ad Irap?
7) Rapporto sullo stato del contenzioso tributario
8) Aggiornato il software di compilazione SIS2012
 

 
1) Più tempo per presentare il modello 730 a un Caf o a un professionista abilitato
Più tempo per consegnare il modello 730/2013 per dichiarare i redditi 2012 ai Caf e ai professionisti abilitati a prestare assistenza fiscale.
Slitta, infatti, dal 31 maggio al 10 giugno 2013, il termine per la consegna da parte dei contribuenti dei documenti per ricevere l’assistenza fiscale.
A loro volta, gli intermediari fiscali possono consegnare al contribuente la dichiarazione dei redditi elaborata fino al 24 giugno 2013, e non più entro il 17 giugno.
Viene, infine, prorogata anche la trasmissione dei modelli e del risultato contabile: la nuova scadenza slitta dal 30 giugno all’8 luglio 2013.
Il nuovo calendario è stato fissato da un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri firmato il 29 maggio 2013, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
(Ministero dell’Economia e delle Finanze, comunicato stampa n. 83 del 30 maggio 2013)
 
2) Agevolazioni prima casa: ai fini della revoca dei benefici rileva anche la superficie abusiva
L’abitazione principale può diventare casa di lusso e, quindi, perdere le agevolazioni fiscali, considerando anche la superficie “abusiva”.
Infatti, ai fini dell’esclusione o della revoca dei benefici previsti per l’abitazione principale vanno considerati anche gli ampliamenti sanati, non presenti nell’immobile originario.
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 12517 del 22 maggio 2013, ha stabilito che, nel calcolo della superficie utile ai fini della qualificazione di un’abitazione come “di lusso”, deve computarsi ogni volume, a eccezione di quelli specificamente esclusi, ancorché privi del requisito dell’abitabilità o della regolarità edilizia.
Secondo la Suprema Corte “in tema di imposta di registro, per stabilire se un’abitazione sia di lusso e, quindi, sia esclusa dai benefici per l’acquisto della prima casa, occorre fare in ogni caso riferimento ai requisiti fissati dal D.M. Lavori pubblici 2 agosto 1969”, in base al quale “sono da considerare di lusso le case composte di uno o più piani costituenti unico alloggio padronale aventi superficie utile complessiva superiore a mq. 200 (esclusi i balconi, le terrazze, le cantine, le soffitte, le scale e i posti macchina) e aventi come pertinenza un’area scoperta della superficie di oltre sei volte l’area coperta”.
Ebbene, “nel calcolo della superficie utile”, ha rilevato la Corte, “deve computarsi ogni volume a eccezione di quelli specificamente esclusi, ancorché privi del requisito dell’abitabilità o della regolarità edilizia”.
Infatti, ha concluso la Cassazione, “non è possibile aderire a una soluzione ermeneutica come quella in concreto sostenuta dai ricorrenti … trattandosi di soluzione volta ad ampliare la sfera operativa dell’agevolazione”, poiché “le previsioni relative ad agevolazioni o benefici in genere in materia fiscale sono di stretta interpretazione, tale da non poter indurre al riconoscimento di agevolazioni se non nelle ipotesi in cui con queste siano espressamente previste”.
 
3) Al via l’autorizzazione unica ambientale
E’ stato pubblicato in G.U. …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it