Novità fiscali del 24 maggio 2013: disponibile la nuova versione di Unico2013

aggiornato il software di compilazione del Modello Unico Persone fisiche 2013; decreto sulla fattura elettronica in Gazzetta Ufficiale; convenzione per la concessione di prodotti di finanziamento a pensionati INPS; corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare: nuovi livelli reddituali per il periodo luglio 2013 – giugno 2014; le ultime dalla Cassazione sulla deduzione dei costi per studi associati; società tra professionisti: da istituire le sezioni speciali presso i vari Ordini dei Commercialisti; come difendersi da un accertamento da redditometro

 

 

Indice:

1) Aggiornato il software di compilazione del Modello Unico Persone fisiche 2013

2) Decreto sulla fattura elettronica in Gazzetta Ufficiale

3) Convenzione per la concessione di prodotti di finanziamento a pensionati INPS

4) Corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare: nuovi livelli reddituali per il periodo luglio 2013 – giugno 2014

5) Tributi: le ultime dalla Cassazione (dalla deduzione dei costi all’Irap per studi associati)

6) Società tra professionisti: da istituire le sezioni speciali presso i vari Ordini dei Commercialisti

7) Come difendersi da un accertamento da redditometro: parere fondazione studi

 

 

1) Aggiornato il software di compilazione del Modello Unico Persone fisiche 2013

Sul sito dell’Agenzia delle entrate è stata resa disponibile la versione software 1.0.1 del 23/05/2013, ovvero del software UnicOnLine Pf 2013 che consente la compilazione del modello Unico Persone fisiche e permette la generazione del modello di versamento F24 (plug-in F24 da Unico Pf 2013).

Aggiornamenti:

– E’ stato aggiornato il calcolo relativo al rigo RB11 (cedolare secca);

– é stato aggiornato il calcolo dei totali del quadro RA in caso di presenza di più moduli;

– é stato aggiornato il calcolo del reddito complessivo eliminando dal computo l’importo indicato nel rigo RT26;

– é stato aggiornato il calcolo delle addizionali comunali relativamente ad alcuni comuni.

Il prodotto consente inoltre di precompilare il modello Unico Persone fisiche 2013 con alcune informazioni della dichiarazione presentata per il precedente periodo d’imposta (Unico/2012 o 730/2012).

Le persone fisiche abilitate ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, infatti, hanno a disposizione, nella sezione “Comunicazioni” del sito http://telematici.agenziaentrate.gov.it, un file contenente alcuni dati rilevati dalla dichiarazione del 2012, così come risultano presentati, nonché l’elenco dei versamenti effettuati con il mod. F24 per il periodo d’imposta 2012. Per scaricare il file è richiesto il codice Pin attribuito all’atto dell’abilitazione a Fisconline.

Peraltro, con la nuova tecnologia è possibile attivare le applicazioni in maniera semplice e con un solo clic, avendo la certezza di utilizzare sempre la versione più aggiornata ed evitando complesse procedure di installazione o aggiornamento. Infatti, ogni volta che si avvia, l’applicazione effettua una connessione al server Web per verificare l’esistenza di una versione più recente del software e, in caso positivo, procede all’eventuale aggiornamento.

 

2) Decreto sulla fattura elettronica in Gazzetta Ufficiale

Entro due anni, la fatturazione dovrà avvenire solo in forma elettronica. Lo ha disposto il Decreto del Ministro dell’Economia/Finanze n. 55 del 3 aprile 2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 118 del 22 maggio 2013, che ha approvato il regolamento per l’emissione, trasmissione e ricezione della fattura elettronica nei rapporti con le amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, comma 209, della Legge n. 244/2007.

Le fatture elettroniche, rappresentate in formato XML e contenenti le indicazioni dettagliatamente riportate nell’allegato A al Decreto, dovranno essere trasmesse alle amministrazioni destinatarie attraverso il sistema di interscambio di cui al D.M. 7 marzo 2008, gestito dall’Agenzia delle entrate avvalendosi del supporto informatico di Sogei. Le regole tecniche di emissione, trasmissione e ricevimento sono definite nell’allegato B al Decreto.

La fattura elettronica si considera trasmessa e ricevuta solo a fronte del rilascio della ricevuta di consegna.

Le amministrazioni dovranno identificare con appositi codici gli uffici abilitati alla ricezione delle fatture elettroniche, che dovranno riportare anche tali codici.

Per le piccole e medie imprese fornitrici delle pubbliche amministrazioni, il ministero dell’Economia provvederà a rendere disponibile gratuitamente sul proprio portale elettronico i servizi e gli…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it