Novità fiscali del 21 maggio 2013: Equitalia semplifica il pagamento a rate

 

 
Indice:
1) L’impresa familiare paga l’Irap
2) Scuola materna: la retta pagata per i bambini a carico non è detraibile
3) Competenza territoriale in caso di accertamento Irpef: il domicilio fiscale prevale sulla residenza anagrafica
4) L’avviso bonario non può essere impugnato
5) No all’accertamento parametrico anche senza le giustificazioni del contribuente
6) La collaborazione familiare nell’impresa non fa sorgere il presupposto Irap
7) Equitalia semplifica il pagamento a rate
8) Antiriciclaggio: meno adempimenti formali per i Commercialisti
 

 
1) L’impresa familiare paga l’Irap
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 11157 del 10 maggio 2013, ha stabilito che l’imprenditore, che esercita la propria attività sotto forma di impresa familiare, è soggetto passivo IRAP.
Difatti, a parere della Suprema Corte, la collaborazione all’impresa familiare costituisce, infatti, un quid pluris idoneo a produrre un valore aggiunto ulteriore rispetto a quello che il titolare dell’impresa conseguirebbe con il solo apporto lavorativo personale.
Pertanto, coloro che si avvalgono in modo non occasionale del lavoro altrui, anche se esercitano l’attività sotto forma di impresa familiare (art. 230 c.c.) devono presentare la dichiarazione IRAP ed effettuare il relativo versamento dell’imposta.
La pronuncia della Cassazione si rifà a quanto già affermato dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 45/2008, secondo cui: “l’organizzazione dell’attività va ravvisata tutte le volte che, per lo svolgimento della stessa, il titolare si avvalga […] di lavoro altrui, non necessariamente prestato come lavoro dipendente”.
 
2) Scuola materna: la retta pagata per i bambini a carico non è detraibile
La retta mensile pagata per la scuola materna non è detraibile come quella per gli asili nido.
Lo sostiene l’Agenzia delle entrate, all’interno del proprio notiziario fiscale del 20 maggio 2013.
In particolare, secondo fiscoggi.it, si definisce asilo nido la struttura educativa diretta a garantire la formazione e la socializzazione dei bambini di età compresa tra i tre mesi e i tre anni (vedi circolare n. 6/E del 2006), e che precede l’ingresso alla scuola dell’infanzia (originariamente chiamata scuola materna o asilo), rivolta invece ai bambini dai tre ai sei anni d’età. La detrazione del 19% spetta su un importo massimo di 632 euro per ogni figlio che frequenta l’asilo nido.
La spesa va evidenziata, con il codice 33, in uno dei righi da E17 a E19 del modello 730/2013 ovvero da RP17 a RP19 di Unico Pf 2013.
La retta mensile pagata per la scuola materna, pertanto, non rientra tra le spese detraibili.
 
3) Competenza territoriale in caso di accertamento Irpef: il domicilio fiscale prevale sulla residenza anagrafica
Secondo la Suprema Corte, il domicilio fiscale prevale sulla residenza anagrafica, se il primo è indicato (ad es., con la richiesta di variazione della partita Iva), ai fini di un’imposta (Iva) diversa da quella oggetto di accertamento (Irpef), in altro luogo rispetto a quello di residenza anagrafica.
In particolare, la Corte di Cassazione con la sentenza n. 11170 del 10 maggio 2013, ha stabilito che in tema di accertamento delle imposte sui redditi, la competenza territoriale dell’ufficio accertatore è determinata dall’art. 31 del D.P.R. n.600/1973 con riferimento al domicilio fiscale indicato dal contribuente, la cui variazione costituisce pertanto atto idoneo a rendere noto all’Amministrazione il nuovo domicilio non solo ai fini delle notificazioni, ma anche ai fini della legittimazione a procedere, che spetta all’ufficio nella cui circoscrizione il contribuente ha indicato il nuovo domicilio.
 
4) L&rsquo…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it