Legge Anticorruzione


 

 

 

Legge Anticorruzione – Obblighi di pubblicità e Trasparenza

 

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 5 aprile 2013 il Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 recante il riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, a norma dell’articolo 1, comma 35, della Legge n. 190/2012 (Legge Anticorruzione), di cui già si era reso disponibile lo schema nella newsletter del mese di marzo.

 

ALLEGATO18

Legge Anticorruzione – Incompatibilità

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 19 aprile 2013 il Decreto legislativo 8 aprile 2013 n. 39 con il quale si impongono condizioni più rigide per la designazione, da parte di Comuni, Province e Unioni di Comuni, di propri rappresentanti negli organi esecutivi dei soggetti di diritto privato sottoposti a controllo o nei quali sia detenuta una partecipazione, anche minoritaria.

L’atto è stato adottato in attuazione della previsione contenuta nell’articolo 1, commi 49 e 50 della Legge n. 190/2012 (cosiddetta Legge Anticorruzione).

Le disposizioni del D.Lgs. n. 39/2013 entrano in vigore a partire dal prossimo 4 maggio 2013.

ALLEGATO19

 

Piano triennale anticorruzione

La CIVIT ha chiarito che il termine del 31 marzo 2013 previsto per l’adozione del Piano triennale di prevenzione della corruzione non può essere considerato perentorio. il Piano adottato dopo la scadenza del termine va perciò considerato comunque valido.

Ciò vale a maggior ragione per le amministrazioni regionali e locali e gli enti in loro controllo, per i quali i relativi termini avrebbero dovuto essere definiti attraverso le intese in sede di Conferenza Unificata entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore della Legge n. 190/2012 (termine già scaduto), così come previsto dall’art. 1, comma 60 della citata Legge.

http://www.civit.it/?p=7767

 

Responsabile della prevenzione della corruzione

La CiVIT adotta la delibera n. 15/2013 del 13 marzo in tema di organo competente a nominare il responsabile della prevenzione della corruzione nei Comuni ai sensi di quanto previsto nella citata Legge Anticorruzione.

Nella delibera si individua l’organo competente nella figura del Sindaco, quale organo di indirizzo politico amministrativo,« salvo che il singolo Comune, nell’esercizio della propria autonomia normativa e organizzativa, riconosca, alla Giunta o al Consiglio, una diversa funzione».

http://www.civit.it/?p=7580

Marco Castellani

31 maggio 2013


Partecipa alla discussione sul forum.