Il regime fiscale dei Titoli di Risparmio per l’Economia Meridionale

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 15 maggio 2013

nel 2011 è stata creata la possibilità di emettere una particolare tipologia di strumenti finanziari che permettono di effettuare una raccolta di risorse finanziarie da destinare al finanziamento di progetti di investimento di medio e lungo termine posti in essere da piccole e medie imprese del mezzogiorno: ecco quali agevolazioni fiscali spettano a tali titoli

L’art. 8, c. 4, del DL 70/2011 ha introdotto la possibilità di emettere una particolare tipologia di strumenti finanziari che permettono di effettuare una raccolta di risorse finanziarie da destinare al finanziamento di progetti di investimento di medio e lungo termine posti in essere da piccole e medie imprese del mezzogiorno (c.d. “Titoli di Risparmio per l’Economia Meridionale”).

I predetti titoli di risparmio altro non sono che strumenti finanziari aventi scadenza non inferiore a diciotto mesi, che possono essere emessi da banche italiane, comunitarie ed extracomunitarie autorizzate ad operare in Italia, in osservanza delle previsioni del testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia. I titoli in argomento (che in sede di emissione possono essere sottoscritti soltanto da persone fisiche non esercenti attività di impresa) possono essere, alternativamente, nominativi ovvero al portatore: in tal ultimo caso, peraltro, trovano applicazione le disposizioni in materia di li