Operazioni soggettivamente inesistenti e diritto alla detrazione IVA


la C.T.R. di Perugia stabilisce che il committente in buona fede (cioè inconsapevole della falsità della fattura) ha diritto a detrarre l’IVA riportata su una fattura soggettivamente inesistente


Partecipa alla discussione sul forum.