Novità fiscali del 29 aprile 2013 tra cui: società tra professionisti ed esercizio attività professionale e come dedurre le spese sanitarie per i familiari non a carico

 

 Indice:

1) Specifiche tecniche per la fornitura Modello IRAP 2013 alle regioni

2) Credito d’imposta ricerca e sviluppo: nota di Assonime

3) Blocco dei pignoramenti per tutelare i più deboli

4) Società tra professionisti ed esercizio attività professionale: relativa modulistica

5) Come dedurre le spese sanitarie per i familiari non a carico

6) Entro il 30 aprile tutte le comunicazioni all’anagrafe tributaria

 

 

 

1) Specifiche tecniche per la fornitura Modello IRAP 2013 alle regioni

 

Approvate le specifiche tecniche per la trasmissione alle Regioni e alle Province autonome di Trento e Bolzano dei dati relativi alla dichiarazione Irap 2013 e alla “Comunicazione dell’opzione per la determinazione del valore della produzione netta di cui all’articolo 5-bis, comma 2, D.Lgs. n. 446/97”.

 

Con provvedimento del 31 gennaio 2013 è stato approvato il modello di dichiarazione “Irap 2013” con le relative istruzioni, da utilizzare per la dichiarazione ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) per l’anno 2012.

 

Il punto 1.1 dell’Allegato 1 del suddetto provvedimento fa rinvio ad un successivo atto dell’Agenzia delle Entrate per la definizione delle specifiche tecniche per la trasmissione alle regioni e alle province autonome, tramite l’Agenzia delle Entrate, dei dati relativi alla dichiarazione Irap 2013 e alla “Comunicazione dell’opzione per la determinazione del valore della produzione netta di cui all’articolo 5-bis, comma 2, D.Lgs. n. 446/97”.

 

Pertanto, al fine di dare attuazione a tale disposizione, adesso il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, prot. 2013/50201 del 24 aprile 2013, ha definito, nell’Allegato A, le specifiche tecniche in formato XML da utilizzare per la trasmissione alle Regioni e alle Province autonome in cui ha sede il domicilio fiscale del soggetto passivo, ovvero dove viene ripartito il valore della produzione netta, delle dichiarazioni Irap e delle comunicazioni relative all’opzione per la determinazione del valore della produzione netta di cui all’articolo 5-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 446 del 1997.

 

La trasmissione è effettuata con cadenza mensile a partire dal trentesimo giorno successivo alla data di scadenza della presentazione della dichiarazione Irap come stabilito dal punto 2.1 dell’Allegato 1 del provvedimento di approvazione del modello di dichiarazione “Irap 2013” del 31 gennaio 2013.

 

 

 

2) Credito d’imposta ricerca e sviluppo: nota di Assonime

 

Assonime, con nota del 24 aprile 2013, commenta la risoluzione n. 26E del 18 aprile 2013 dell’Agenzia delle entrate.

 

Con tale risoluzione, l’Agenzia delle entrate, in risposta ad un’istanza di interpello, fornisce i necessari chiarimenti sulle modalità di indicazione in dichiarazione dei redditi del credito d’imposta relativo ai costi di ricerca e sviluppo di cui alla legge n. 296 del 2006 (art. 1, commi 280-283) da parte di una società avente periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare.

 

Si tratta, in particolare, delle modalità dichiarative del credito d’imposta per la ricerca avviata prima del 29 novembre 2008 (v. art. 29, comma 2, lett. a) del d. l. n. 185 del 2008) da parte di soggetti con periodo d’imposta c.d. “a cavallo” che, avendo inviato il prescritto formulario (Mod. FRS) di prenotazione dell’accesso alla fruizione del credito stesso, non avevano ricevuto dal Centro Operativo di Pescara il prescritto nulla-osta per esaurimento delle risorse.

 

A favore di tali soggetti, come si ricorderà, l’art. 2, comma 236, della legge n. 191 del 2009 aveva stanziato ulteriori risorse, che il successivo decreto del Ministro dell’Economia e delle finanze del 4 marzo 2011 aveva poi definitivamente fissato nella misura del 47,53% del credito d’imposta spettante.
In risposta ad un’istanza di interpello, l’Agenzia delle entrate ripercorre il complesso iter normativo della disciplina ricordando, in sintesi, che:
– la legge n. 296 del 2006 aveva disposto…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it