Come gestire con efficacia i conflitti in Studio


 

Se sei interessato ad approfondire la tematica di gestione dei rapporti di studio…

 

Sarà capitato a tutti di mal interpretare il testo di una email inviata dal collega, piuttosto che vedersi restituire un risultato ben diverso da quanto ci saremmo aspettati con la delega. A volte poi un banale equivoco riesce nel tempo a diventare un vero e proprio conflitto e a minare il clima di Studio. Anche nelle organizzazioni migliori, più strutturate e curate le voci di corridoio, i pettegolezzi, i privilegi reali o presunti creano dissapori e sommandosi tra di loro generano insoddisfazione e demotivazione nei collaboratori.

Spesso i titolari di Studio assistono impotenti a tali dinamiche e o si sottraggono volontariamente ritenendo di non doversene occupare visto il loro ruolo, oppure ne sono allo oscuro e pensano che le ragioni degli attriti tra i colleghi siano di tutt’altra natura.

Qualunque sia la ragione e la dinamica che essa genera, non è mai una buona idea lasciar “montare” in Studio situazioni di conflitto. Bisogna infatti ricordarsi che dietro ad ogni collaboratore, professionista o staff, c’è una persona e che le persone sono fatte sostanzialmente di emozioni. Pertanto sono proprio quelle situazioni che sembrano a prima vista banali, pettegolezzi, o semplici battibecchi che nel tempo fanno nascere crepe nell’organizzazione che possono comprometterne l’efficacia e le performance.

È utile dunque conoscere quantomeno i meccanismi di base di tali dinamiche e saperle prevenire per quanto possibile e gestire una volta manifestatesi. Non bisogna mai, pertanto comunicare sul piano della personalità, “io-tu”, ma sempre sul piano del fatto, del comportamento, salvaguardando la personalità del nostro interlocutore che non deve sentirsi minacciato o messo in discussione.

Sarà utile lasciare sempre nelle dispute una “via di fuga” al nostro interlocutore in modo che possa “ripiegare” sulle proprie posizioni senza dover perde la faccia né dover sembrare incoerente.

Sarà importante, laddove siate terzi nella disputa, saper fare le giuste domande, saper mantenere la terzietà nella disputa e saper facilitare l’individuazione della soluzione alle parti in lite.

Questi sono solo alcuni principi e tecniche che vanno conosciute per poter gestire con efficacia le situazioni conflittuali in Studio con i colleghi e anche con i clienti. Accanto a queste andranno approfondite le tecniche di crisi management, di PNL (Programmazione Neuro Linguistica), di comunicazione persuasiva.

Di queste e di molto altro parleremo nel webinar di Commercialista Telematico che si terrà il 10 aprile 2013 ……

 

Se sei interessato al nostro evento formativo clicca qui…

 

8 aprile 2013

Mario Alberto Catarozzo


Partecipa alla discussione sul forum.