Novità fiscali del 5 marzo 2013: IMU degli enti non commerciali, ancora aggiornamenti


 

Indice:

1) Tobin tax: da luglio 2013 tassati anche i derivati

2) Tassazione degli immobili esteri (IVIE): ampliata la soggettività passiva

3) L’impresa, il cui accertamento fiscale non è stato ancora “definito”, non può essere esclusa da una gara

4) Modificato il Modello 730/2013 e le relative istruzioni ministeriali

5) La maggiorazione del 10,50% si applica alle società in perdita sistematica con le regole ordinarie di determinazione dell’Ires

6) IMU: esenzione per gli immobili utilizzati dagli enti non commerciali, adeguamento statuto e atto costitutivo

7)  Non è soggetto ad IMU l’immobile concesso in comodato gratuito ad altro ente

8) Revisione obbligatoria degli impianti di riscaldamento: Iva al 10% sulle manutenzioni e consumi energetici a norma

 

 

1) Tobin tax: da luglio 2013 tassati anche i derivati

Al via l’imposta sulle transazioni finanziarie, accompagnata da un provvedimento del direttore dell’Agenzia.

Per quest’anno l’aliquota è 0,12%, dal prossimo si fisserà allo 0,1.

La Tobin tax é partita il 1 marzo 2013, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto 21 febbraio 2013 del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Modalità di applicazione

L’imposta si applicherà sugli acquisti di azioni emesse nel territorio italiano da società con capitale superiore a 500 milioni di euro, a prescindere dal Paese di provenienza dell’ordine.

A regime si sconterà un’aliquota dello 0,1% ma fino alla fine di quest’anno, considerata anche la partenza a esercizio già iniziato, la percentuale da pagare sarà dello 0,12.

Se le operazioni di acquisto verranno effettuate fuori dai mercati regolamentati, l’aliquota ammonterà allo 0, 22%, per stabilizzarsi allo 0,2 dal prossimo anno.

Il calcolo delle somme dovute sarà effettuato sul saldo netto di fine giornata, relativamente al titolo utilizzato.

In caso di acquisto e parziale rivendita, perciò, sarà imponibile la differenza positiva.

Se, ad es., si comprano 100 azioni e se ne rivendono 70, sarà tassato il controvalore delle 30 azioni rimaste in portafogli a chiusura di contrattazioni.

A partire da luglio 2013 saranno imponibili anche le operazioni sui derivati; l’aliquota da applicare in questi casi, però, varierà a seconda del tipo di strumento oggetto della compravendita e del valore del contratto.

Esclusioni

Sono esclusi dall’imposizione i prodotti del risparmio gestito e assicurativo, come i titoli di Stato, i fondi comuni d’investimento, le obbligazioni e le valute.

Sono, quindi, esentati dal pagamento della tassa gli acquisti di azioni delle società estere e di quelle italiane con capitale inferiore ai 500 milioni di euro. Per quanto riguarda questo limite, sarà la Consob, con comunicazione annuale da inviare entro il 10 dicembre al ministero dell’Economia e delle Finanze, a fornire la lista delle società che lo rispettano.

Anche i trasferimenti di pacchetti azionari conseguenti a successioni o donazioni non dovranno scontare la tassa.

Versamento

Responsabili del versamento della Tobin tax sono i soggetti che intervengono nell’esecuzione delle operazioni (indicati nell’art. 19, comma 1 del D.M. 21/02/2013), o se ce ne sono altri, il pagamento va effettuato da chi riceve direttamente dall’acquirente l’ordine dell’esecuzione.

Quando, però, intervengono nell’esecuzione dell’operazione soggetti localizzati in Stati o territori con i quali non sono in vigore accordi per lo scambio di informazioni e per l’assistenza al recupero dei crediti ai fini dell’imposta, questi

si considerano a tutti gli effetti acquirenti o controparti finali dell’ordine di esecuzione.

In tale contesto, la norma (art. 19, comma 4 del D.M. 21/02/2013) demanda all’Agenzia delle Entrate il compito di individuare gli Stati che non dialogano.

A tal fine, il 01 marzo 2013 è arrivato il provvedimento direttoriale che li identifica.

Imposta sulle transazioni finanziarie: individuati i Paesi dove mancano accordi di cooperazione fiscale

L’Agenzia delle…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it