L’IMU e le imposte sui redditi

nella prossima dichiarazione annuale dei redditi si dovrà tenere conto dell’impatto dell’IMU sui redditi da fabbricati: gli effetti su IRPEF e cedolare secca, i fabbricati sfitti, l’abitazione principale, i fabbricati inagibili, il caso delle società semplici

Facendo riferimento alle ricadute che l’Imposta Municipale Propria (meglio nota come IMU) ha sulle imposte sui redditi delle persone fisiche (IRPEF), l’Agenzia delle Entrate è intervenuta con un intervento chiarificatore, specificando che l’effetto sostitutivo dell’IMU sull’IRPEF per quanto riguarda i redditi fondiari degli immobili non locati deve essere opportunamente coordinato con quelle che sono le vigenti disposizioni del D.P.R. 917/1986, ed in particolare modo con il principio generale secondo il quale sono esclusi dalla base imponibile, tra l’altro, i redditi esenti dall’imposta, nonché quelli che sono assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta, ovvero ad imposta sostitutiva (secondo quanto viene previsto dall’articolo 3, comma 3 del TUIR) e con la regola secondo la quale l’IRPEF non è dovuta dal contribuente nell’ipotesi in cui il suo reddito complessivo sia composto unicamente da redditi fondiari di importo complessivo non superiore a 500 euro.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it