Novità fiscali del 13 febbraio 2013: ecco i nuovi contributi INPS per l'anno 2013

gestione separata: aliquote contributive per l’anno 2013; adempimenti per la compilazione degli elenchi nominativi dei braccianti agricoli valevoli per l’anno 2012: dichiarazione entro il 20.02.2013; personale delle imprese assicuratrici: proroga della sospensione del contributo ordinario di finanziamento al Fondo fino a dicembre 2013; prorogata all’anno 2013 l’applicazione delle detrazioni per carichi di famiglia a soggetti residenti all’estero: chiarimenti dall’INPS; può essere valutata dal Fisco la deduzione del compenso corrisposto all’amministratore dalla società; niente scontrini: ok alla chiusura del negozio anche in presenza di definizione agevolata; iva di gruppo: il 18 febbraio è l’ultimo giorno utile per aderire al regime; elezioni vertici dei commercialisti sospese; aumentano anche i contributi INPS commercianti: niente più comunicazioni a casa

 

 

Indice:

 

1) Gestione separata: aliquote contributive per l’anno 2013

 

2) Adempimenti per la compilazione degli elenchi nominativi dei braccianti agricoli valevoli per l’anno 2012: dichiarazione entro il 20.02.2013

 

3) Personale delle imprese assicuratrici: proroga della sospensione del contributo ordinario di finanziamento al Fondo fino a dicembre 2013

 

4) Prorogata all’anno 2013 l’applicazione delle detrazioni per carichi di famiglia a soggetti residenti all’estero: chiarimenti dall’INPS

 

5) Può essere valutata dal fisco la deduzione del compenso corrisposto all’amministratore dalla società

 

6) Niente scontrini: ok alla chiusura del negozio anche in presenza di definizione agevolata

 

7) Iva di gruppo: Il 18 febbraio è l’ultimo giorno utile per aderire al regime

 

8) Elezioni vertici dei Commercialisti sospese

 

9) Aumentano anche i contributi INPS commercianti

 

 

1) Gestione separata: aliquote contributive per l’anno 2013

E’ aumentata al 20% l’aliquota contributiva e di computo per l’anno 2013 per i soggetti iscritti alla Gestione separata, assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie o titolari di pensione, mentre, invece, é rimasta al 27% quella per i soggetti privi di altra tutela previdenziale obbligatoria.

Lo ha precisato l’INPS con la circolare n. 27 del 12 febbraio 2013 relativa alla “Gestione separata di cui all’art. 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335. Aliquote contributive, aliquote di computo, massimale e minimale per l’anno 2013”.

L’aumento è dovuto a quanto disposto dal governo Monti con l’art. 2, comma 57 della Legge n. 92/2012.

Rimane confermata per gli iscritti che non siano pensionati o che non risultino già assicurati ad altra forma previdenziale obbligatoria l’ulteriore aliquota contributiva, istituita dall’art. 59, comma 16, della Legge n. 449/1997, per il finanziamento dell’onere derivante dall’estensione agli stessi della tutela relativa alla maternità, agli assegni per il nucleo familiare, alla degenza ospedaliera, alla malattia ed al congedo parentale.

La predetta aliquota contributiva aggiuntiva, inizialmente stabilita nella misura dello 0,50%, a decorrere dal 7 novembre 2007 è pari allo 0,72%.

Pertanto le aliquote per il calcolo della contribuzione alla Gestione separata nell’anno 2013 sono complessivamente fissate come segue:

Soggetti

Aliquote

Non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie

27,72%

(27,00 IVS + 0,72

aliquota aggiuntiva)

Titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria

20,00%

La ripartizione dell’onere contributivo tra collaboratore e committente rimane fissata nella misura rispettivamente di un terzo e due terzi, salvo il caso di associazione in partecipazione, per il quale la ripartizione tra associante ed associato avviene in misura pari rispettivamente al 55% e al 45% dell’onere totale. Il massimale annuo di reddito per l’anno 2013 è pari a euro 99.034,00, mentre il minimale per l’accredito contributivo l’anno 2013 detto minimale è pari ad euro 15.357,00.

Compensi corrisposti ai collaboratori entro il 12 gennaio 2013

In base all’art. 51 del T.U.I.R. le somme corrisposte entro il giorno 12 del mese di gennaio si considerano percepite nel periodo d’imposta precedente (c.d. principio di cassa allargato). Pertanto, i compensi erogati ai collaboratori entro la data del 12 gennaio 2013 e riferiti a prestazioni effettuate entro il 31 dicembre 2012 sono da calcolare con le aliquote contributive in vigore nel 2012.

 

 

2) Adempimenti per la compilazione degli elenchi nominativi dei braccianti agricoli valevoli per l’anno 2012: dichiarazione entro il 20.02.2013

Anche gli elenchi nominativi annuali valevoli per l’anno 2012 dovranno essere pubblicati entro il 31 marzo 2013.

Lo ha evidenziato l’INPS con la circolare n. 26 del 12 febbraio 2013.

Le aziende (i cui lavoratori hanno diritto ai benefici) devono…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it