Novità fiscali del 6 febbraio 2013: un ripasso di tutte le scadenze fiscali di fine mese

 

 
Indice:
1) Tante scadenze tributarie per il 28 febbraio 2013 (comunicazione IVA, CUD 2013): ecco le regole
2) Modalità di conservazione fatture cartacee/elettroniche: scelta facile
3) Sisma del maggio 2012: approvazione dei bilanci al 30 settembre 2013 per le società di capitali
4) Imposta sulle assicurazioni: ripartiti compiti e gestione alle direzioni regionali e provinciali delle Entrate
5) Eventi sismici del maggio 2012: pronto il tracciato per gli enti che erogano il finanziamento agevolato
6) Dogane: prorogata la riscossione coattiva
7) Retribuzioni convenzionali 2013
8) Attività di certificazione ISEE e assistenza fiscale per l’attività relativa ai modelli RED
9) Assegni straordinari erogati dal Fondo di solidarietà
10) Società tra professionisti: la bozza del regolamento
 

 
1) Tante scadenze tributarie per il 28 febbraio 2013 (comunicazione IVA, CUD 2013): ecco le regole
Comunicazione dati IVA relativi all’anno 2012 o dichiarazione annuale IVA 2013 entro il 28 febbraio 2013 – Invio entro il 28 febbraio 2013 dei CUD e delle certificazioni dei compensi erogati nel 2012.
La circolare dell’ufficio studi tributari del CONI n. 5 del 2013 ha riepilogato le principali scadenze tributarie fissate al prossimo 28 febbraio che più riguardano le associazioni sportive, ma non solo.
In particolare, il 28 febbraio 2013 scade il termine per l’invio telematico all’Agenzia delle entrate della Comunicazione annuale dei dati IVA, relativamente all’anno 2012.
Sono esonerate, comunque, dall’obbligo della predetta comunicazione le associazioni sportive dilettantistiche che hanno optato per la legge n. 398/91, in quanto le stesse sono esenti dall’obbligo di presentazione della dichiarazione annuale IVA.
Come per l’anno 2012, sono esonerati dalla Comunicazione in oggetto i soggetti che, entro il mese di febbraio 2013, presentano la dichiarazione IVA 2013 relativa all’anno 2012.
Viene richiamata, al riguardo, la circolare n. 1/E del 25 gennaio 2011, con la quale l’Agenzia delle entrate, nel precisare che con la comunicazione dei dati annuali IVA vengono forniti all’Amministrazione finanziaria i dati IVA sintetici relativi alle operazioni effettuate nell’anno precedente, che costituiscono anche una prima base di calcolo per la determinazione delle risorse proprie da versare al bilancio comunitario e che con la comunicazione medesima il contribuente non procede alla definitiva autodeterminazione dell’imposta dovuta che avverrà solo attraverso il tradizionale strumento della dichiarazione annuale, ritenendo penalizzante l’esclusione dalla possibilità di presentare la dichiarazione annuale IVA entro il mese di febbraio, prevista dalle disposizioni vigenti per quei contribuenti che non possono presentare la dichiarazione IVA al di fuori della dichiarazione unificata, ossia coloro che riscontrano un conguaglio annuale a debito, ha stabilito, nell’ottica della semplificazione degli adempimenti IVA, che la possibilità di non comprendere la dichiarazione IVA in quella unificata possa essere riconosciuta nei confronti di tutti i contribuenti.
Pertanto, indipendentemente dalla presenza di un credito o di un debito annuale, tutti i soggetti passivi d’imposta possono presentare la dichiarazione IVA entro il mese di febbraio di ciascun anno e, in tale ipotesi, sono esonerati dall’obbligo di presentazione della comunicazione annuale dei dati IVA.
La presentazione in via autonoma della dichiarazione annuale IVA comporta che il versamento del saldo annuale debba essere effettuato entro il prossimo 16 marzo in un’unica soluzione ovvero rateizzando da tale data le somme dovute, maggiorando dello 0,33% mensile l’importo di ciascuna rata successiva alla prima. E’, pertanto, preclusa la possibilit&…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it