Novità fiscali del 5 febbraio 2013: niente IVA per cassa per le fatture emesse ai privati

 

 
Indice:
 
1) Opzione per il calcolo dell’IRAP in base al bilancio senza sanzioni entro il 1° marzo 2013, altrimenti entro il 30 settembre 2013
 
2) Niente Iva per cassa per le fatture emesse ai privati
 
3) Si applica l’esenzione da IMU per l’immobile utilizzato per l’attività istituzionale dell’ente non commerciale, non conta l’accatastamento nella categoria D/1
 
4) Si consolida la collaborazione tra Agenzia Entrate e Figc per i controlli
 
5) Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi?
 
6) Consob pubblica regime contributivo
 
7) Operazione CRAA: ulteriori disposizioni
 
8) Comunicazione IVA da parte degli operatori finanziari: ulteriore proroga
 

 
1) Opzione per il calcolo dell’IRAP in base al bilancio senza sanzioni entro il 1° marzo 2013, altrimenti entro il 30 settembre 2013
Si tratta della scelta che può essere esercitata solo dagli imprenditori individuali e dalle società di persone in contabilità ordinaria (per scelta o per obbligo).
Dunque, per evitare l’applicazione della sanzione pecuniaria (prevista nell’ipotesi dell’opzione tardiva), entro il 1° marzo 2013, le S.n.c., S.a.s. e gli imprenditori individuali potranno optare per la determinazione della base imponibile IRAP in base al bilancio (art. 5 del D.Lgs. n. 446/1997).
Altrimenti, se decideranno di versare la citata sanzione prevista in misura di € 258,00 avranno maggiore tempo per decidere se optare o meno poiché in tale secondo caso la scadenza è fissata al 30 settembre 2013.
In entrambi i casi, occorre inviare l’apposito modello di comunicazione dell’Agenzia delle Entrate.
La trasmissione deve avvenire esclusivamente in via telematica (direttamente o tramite intermediari abilitati).
Il Legislatore, dunque, ammette anche l’opzione tardiva, purché entro il termine di trasmissione della dichiarazione IRAP 2013 (fissato al 30 settembre 2013), versando la citata sanzione di 258 euro.
Come è noto, l’opzione è irrevocabile per tre periodi d’imposta e, al termine del triennio, si intende tacitamente rinnovata per un altro triennio, sempre che il contribuente non decida di ritornare a determinare il valore della produzione netta ai fini IRAP secondo le regole proprie delle società di persone e degli imprenditori individuali.
Per questo, alcuni contribuenti potrebbero decidere di attendere la successiva scadenza (30 settembre 2013) prima di decidere, infatti, i soggetti che intendono esercitare la scelta devono valutare l’eventuale risparmio fiscale da essa derivante, tenuto conto delle differenti modalità di determinazione del valore della produzione netta in capo alle società di capitali, da un lato, e alle società di persone commerciali e agli imprenditori individuali, dall’altro.
Peraltro, sono diversi i proventi e gli oneri concorrenti alla formazione della base imponibile.
Ad es., le plusvalenze e le minusvalenze relative a beni strumentali e patrimoniali rilevano solo per le società di capitali, mentre sono irrilevanti per le società di persone e gli imprenditori individuali (in assenza di opzione).
Inoltre, occorre considerare che per le società di capitali l’ammontare imponibile e deducibile dei componenti positivi e negativi sono assunti così come risultano dal conto economico del bilancio, mentre per le società di persone e gli imprenditori individuali (in assenza di opzione) i proventi e gli oneri concorrenti alla determinazione della base imponibile continuano a rilevare nella stessa misura prevista ai fini delle imposte sui redditi.
Tale valutazione dovrà poi riguardare l’intero triennio oggetto di opzione.
Si ricorda che la possibilità di determinare la base …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it