La comunicazione riepilogativa dei dati IVA in scadenza al 28/2/2013

Come noto, al fine di uniformare la normativa IVA nazionale a quella comunitaria, l’art. 8-bis del DPR 22.7.98 n. 322 (introdotto dall’art. 9 del DPR 7.12.2001 n. 435) ha previsto, in luogo delle dichiarazioni IVA periodiche, la presentazione della comunicazione riepilogativa dei dati IVA (c.d. dichiarazione dati Iva), da effettuarsi entro la fine del mese di febbraio dell’anno successivo a quello di riferimento, ovvero entro e non oltre il 28 febbraio 2013.
La comunicazione in commento è finalizzata, sostanzialmente, a consentire il calcolo delle risorse che ciascun Stato membro è tenuto a versare al bilancio comunitario, nei termini previsti dalla normativa comunitaria. Per l’adempimento in esame, deve essere utilizzato l’apposito modello approvato dall’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento 17.1.2011, all’interno del quale devono essere riepilogate le risultanze relative al 2012 delle liquidazioni periodiche/annuali (in caso di esonero dalle liquidazioni periodiche) al fine di determinare l’IVA a debito/credito, senza tener conto delle eventuali operazioni di rettifica e di conguaglio.
Non vanno considerate, ai fini della compilazione del modello in esame, le tipiche operazioni effettuate in sede di dichiarazione annuale, ovvero il calcolo definitivo del pro-rata, le compensazioni effettuate nell’anno d’imposta, il riporto del credito IVA relativo all’anno precedente, i rimborsi infrannuali richiesti, nonché la parte del credito IVA relativo all’anno d’imposta che il contribuente intende chiedere a rimborso. Va evidenziato, inoltre, che, l’Agenzia delle Entrate (Provvedimento direttoriale del 15.1.2013) ha recentemente approvato le nuove istruzioni per la compilazione della comunicazione in parola apportando soltanto un restyling “formale” alle versioni precedenti.
Devono presentare la comunicazione dati Iva i titolari di partita IVA tenuti alla presentazione della dichiarazione IVA annuale, anche se nell’anno di riferimento non hanno effettuato operazioni imponibili, ovvero non hanno provveduto alla compilazione delle liquidazioni IVA periodiche. Sono esonerati dalla presentazione della comunicazione in oggetto, invece, i contribuenti esclusi dalla presentazione della dichiarazione IVA annuale, i soggetti sottoposti a procedure concorsuali, i soggetti di cui all’art. 74 del TUIR, nonché le persone fisiche che hanno realizzato un volume d’affari fino ad € 25.000,00. Relativamente a quest’ultima situazione di esonero, per determinare il superamento del predetto limite di € 25.000, devono essere considerate tutte le operazioni, comprese quelle effettuate nell’ambito dell’attività per la quale è previsto l’esonero.
Come già anticipato in un precedente contributo, sono esonerati dalla presentazione della comunicazione dati IVA anche i contribuenti che presentano la dichiarazione IVA annuale nel mese di febbraio, al fine di poter utilizzare in compensazione il credito Iva annuale del 2012, per la parte che eccede il nuovo limite di € 5.000, senza attendere la presentazione della dichiarazione Unificata prevista, invece, per il prossimo 30 settembre 2013.
Di conseguenza, anche quest’anno, tutti i contribuenti possono anticipare la presentazione della dichiarazione IVA annuale, in forma autonoma, entro il 28 febbraio 2013, evitando così di dover effettuare anche la comunicazione dati IVA. Tale possibilità è riconosciuta, oltre che ai soggetti IVA che nella dichiarazione evidenziano un credito, anche a quelli che evidenziano un conguaglio annuale a debito o a saldo zero. Ad ogni modo, è bene rammentare che, la presentazione in via autonoma della dichiarazione annuale non consente di effettuare i versamenti IVA in base alle scadenze previste dal modello UNICO (circolare agenzia delle entrate n. 1/E/2011). Pertanto, in caso di presentazione della dichiarazione…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it