Imprenditori agricoli in regime di esonero IVA: primo invio dell’elenco clienti e fornitori previsto per il 2014

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 12 febbraio 2013

per i piccoli imprenditori agricoli di minori dimensioni (con fatturato annuo inferiore a 7.000 euro) che operano in regime di esonero dall'IVA l'invio dell'elenco clienti fornitori diventa obbligatorio solo dall'anno 2013

L’art. 34 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 (come modificato dalla legge di conversione del D.L. n. 262 del 3 ottobre 2006) prevede, tra l’altro, per i produttori agricoli di minori dimensioni, un regime di esonero di applicazione dell’imposta sul valore aggiunto.

La definizione civilistica di imprenditore agricolo è contenuta nell’art. 2135 del codice civile che sostanzialmente considera tale, l’imprenditore che esercita l’attività di coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse. Ai fini IVA è prevista, invece, una disciplina allargata delle attività agricole contenuta nel comma 2 dell’art. 34 lettera a) del D.P.R n. 633/1972: si considerano produttori agricoli, oltre ai soggetti che esercitano le predette attività, anche quelli che esercitano attività di pesca in acque dolci, di piscicoltura, di mitilicoltura, di ostricoltura e di coltura di altri molluschi e crostacei, nonché di allevamento di rane.

Da un punto di vista quantitativo, possono ac