Novità fiscali del 17 gennaio 2013: il rimborso per la mancata deduzione Irap può essere iscritto già nel bilancio 2012

Pubblicato il 17 gennaio 2013

indice TFR del mese di dicembre 2012; srl semplificate: 4.162 le imprese costituite attraverso i due nuovi modelli societari; nuove regole sui procedimenti per le pratiche commerciali scorrette e clausole vessatorie; il rimborso per la mancata deduzione Irap può essere iscritto già nel bilancio 2012; Tares slitta a luglio?; IVA – territorialità – prestazioni di servizi per la realizzazione di impianti industriali e relativi servizi di intermediazione; dal 1° aprile 2013 CONAI riduce nuovamente il contributo per la carta; domanda per il riconoscimento di lavori usuranti; sisma maggio 2012: proroghe fino ad aprile 2013; anche le imprese in contabilità semplificata devono tenere il libro giornale e quello degli inventari; monito della Corte dei Conti sul redditometro: “cautela nell’uso dei dati”; Entrate: pubblicata in via definitiva la dichiarazione Iva 2013

 

 

Indice:

1) Indice TFR del mese di dicembre 2012

2) Srl Semplificate: 4.162 le imprese costituite attraverso i due nuovi modelli societari

3) Nuove regole sui procedimenti per le pratiche commerciali scorrette e clausole vessatorie

4) Il rimborso per la mancata deduzione Irap può essere iscritto già nel bilancio 2012

5) Tares slitta a luglio?

6) IVA – Territorialità – Prestazioni di servizi per la realizzazione di impianti industriali e relativi servizi di intermediazione

7) Dal 1° aprile 2013 CONAI riduce nuovamente il contributo per la carta

8) Domanda per il riconoscimento di lavori usuranti

9) Sisma maggio 2012: proroghe fino ad aprile 2013

10) Anche le imprese in contabilità semplificata devono tenere libro giornale e quello degli inventari

11) Monito della Corte dei Conti sul redditometro: “cautela nell’uso dei dati”

12) Entrate: pubblicata in via definitiva la dichiarazione Iva 2013

 

 

1) Indice TFR del mese di dicembre 2012

A dicembre 2012 il coefficiente di rivalutazione del trattamento di fine rapporto è 3,302885.

L’ISTAT ha, infatti, reso noto che l’indice dei prezzi al consumo per il mese di dicembre 2012 è pari a 106,5 punti, mentre l’incidenza percentuale della differenza rispetto all’indice in vigore al 31 dicembre 2011 è pari a 2,403846.

Il calcolo del coefficiente di rivalutazione si esegue sommando il 75% di tale valore con un tasso fisso dell’1,5% annuo, per arrivare, quindi, a 3,302885.

 

 

2) Srl Semplificate: 4.162 le imprese costituite attraverso i due nuovi modelli societari

Srl Semplificate e Srl a Capitale Ridotto in Italia: i numeri al 31 dicembre 2012.

Sono 4.162 le imprese costituite attraverso i due nuovi modelli societari.

In particolare, secondo il Consiglio Nazionale del Notariato sono 2.941 le Srl Semplificate costituite, in Italia, nei primi 4 mesi dalla loro introduzione nell’ordinamento giuridico (29 agosto 2012) e 1.221 le Srl a Capitale ridotto costituite in 6 mesi (dal 26 giugno 2012).

Sono quindi 4.162 le imprese costituite attraverso i due nuovi modelli societari introdotti rispettivamente dal Decreto Liberalizzazioni e dal Decreto Sviluppo convertito nel mese di agosto.

Quattro le regioni italiane in cui il numero di costituzione di Srl Semplificate e Srl a capitale ridotto è stato più elevato: Lazio (631); Campania (598); Lombardia (506) e Sicilia (347). Seguono la Toscana (292); la Puglia (250); il Veneto (241); l’Emilia-Romagna (237); l’Abruzzo (220) e il Piemonte (147). In coda Trentino Alto Adige (27) e Valle d’Aosta (5).

La Campania è la regione in cui sono state costituite il maggior numero di Srl Semplificate (483); seguita dal Lazio (462); dalla Lombardia (343) e dalla Sicilia (273).

Il Lazio è la regione in cui sono state costituite il maggior numero di Srl a capitale ridotto (169); seguono la Lombardia (163); l’Emilia-Romagna (119) e la Campania (115).

Le città in cui sono state costituite il maggior numero di società sono: Roma, con 120 Srl a capitale ridotto e 346 Srl semplificate (in totale 466); Napoli, con 51 Srl a capitale ridotto e 202 Srl semplificate (in totale 253). Seguono Milano con 63 Srl a capitale ridotto e 150 Srl semplificate (in totale 213); Salerno con 24 Srl a capitale ridotto e 104 Srl semplificate (in totale 128) e Caserta con 26 Srl a capitale ridotto e 99 Srl semplificate (in totale 125).

 

 

3) Nuove regole sui procedimenti per le pratiche commerciali scorrette e clausole vessatorie

E’ stata divulgata la circolare n. 2 del 2013 di Assonime sulle misure in tema di pratiche commerciali scorrette nel D.L. n. 95/2012 e nuove regole sui procedimenti per pubblicità ingannevole, pratiche commerciali scorrette e clausole vessatorie.

La citata circolare analizza alcune importanti novità introdotte nella disciplina delle pratiche commerciali scorrette nella seconda metà del 2012.

La prima novità, contenuta nell’art. 23, comma 12-quinquiesdecies del D.L. n. 95/2012 è costituita dall’innalzamento dell’importo massimo delle sanzioni pecuniarie irrogabili dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato.

La medesima disposizione interviene anche, in via incidentale, sul riparto di competenze tra l’Autorità garante e le autorità settoriali dopo le pronunce dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato del maggio 2012.

Nella circolare viene osservato che per alcuni aspetti il legislatore si discosta dalle conclusioni dell’Adunanza plenaria ma che molte delle indicazioni del giudice amministrativo restano attuali.

Laddove la normativa non sia sufficiente a chiarire i confini delle competenze, la prevenzione delle duplicazioni e dei conflitti dovrebbe essere cura delle autorità interessate, che possono a tal fine valorizzare lo strumento dei protocolli d’intesa.

La seconda n