Le novità di finanza pubblica del mese di gennaio 2013


Costituzionalità della tesoreria unica

La Corte Costituzionale nella sentenza n. 313 del 20 dicembre 2012 (ALLEGATO1) si pronuncia in favore della legittimità del regime di tesoreria unica introdotto dall’articolo 35, commi 8, 9, 10 e 13, del D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla Legge 24 marzo 2012 n. 27 (cosiddetto Decreto Liberalizzazioni), che impone agli enti locali il versamento delle entrate proprie dell’ente in contabilità speciali fruttifere presso le locali sezioni di tesoreria provinciale dello Stato, e il versamento delle altre entrate, comprese quelle provenienti da mutui in contabilità speciali infruttifere, nelle quali devono altresì essere versate direttamente le assegnazioni, i contributi e quanto altro proveniente dal bilancio dello Stato.

 

Responsabilità per omissione dei controlli sulla liquidazione di corrispettivi professionali

Nella sentenza della Sezione Corte dei Conti Veneto n. 1125/2012 (ALLEGATO2) i giudici contabili sostengono che va prestata particolare attenzione alla liquidazione di corrispettivi professionali (parcelle legali) con un rigoroso controllo che, coinvolgendo il responsabile di servizio che adotta la liquidazione e il responsabile del servizio finanziario, eviti di liquidare compensi non dovuti sulla base di semplici preavvisi di fatture presentate dal professionista e in assenza di documentazione idonea a giustificare la misura del compenso richiesto.

Nella sentenza si chiarisce il ruolo di garante in capo al segretario comunale e al ragioniere dell’ente, e articola le responsabilità per omissione di controllo cui vanno incontro il Responsabile di servizio (nella fattispecie era anche segretario comunale) che ha disposto la liquidazione dei compensi, e il Responsabile del servizio finanziario che ha apposto il visto di regolarità contabile.

 

Sanzioni enti fuori Patto nel 2011

È in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana il Decreto ministeriale del 21 dicembre 2012, concernente l’aggiornamento del Decreto ministeriale 21 novembre 2012 recante le sanzioni agli enti locali inadempienti al Patto di stabilità relativo all’anno 2011.

http://finanzalocale.interno.it/circ/dec31-12.html

 

Pagamenti delle Pubbliche amministrazioni

Il Decreto Legislativo n. 192/2012, in vigore dal 30/11/2012, apporta correzioni al Decreto Legislativo n. 231/2002 (in allegato la versione aggiornata).

Detti decreti attuano le disposizioni previste dalla direttiva 2011/7/UE e dalla direttiva 2000/35/CE relative alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali.

A decorrere dal 1° gennaio 2013 scatta la decorrenza automatica obbligatoria degli interessi di mora nell’ambito delle transazioni commerciali, con obbligo di prova scritta di ogni patto derogatorio.

Quindi i pagamenti effettuati oltre il termine di 30 giorni dalla scadenza (ovvero entro il maggior termine stabilito contrattualmente che comunque non può essere superiore a 60 giorni, salvo casi particolari) saranno maggiorati degli interessi di mora senza necessità di sollecito e preavviso di inadempimento da parte del creditore.

La disciplina riguarda tutti i pagamenti effettuati a titolo di corrispettivo (di cessione di beni e di prestazione di servizi) tra imprese / liberi professionisti e tra queste e le pubbliche amministrazioni. Nelle transazioni in cui sia debitore una P.A. il termine ordinario di pagamento è di 30 giorni. Tuttavia le parti possono pattuire in modo espresso un termine superiore. Detto maggior termine pattuito in ogni caso, a differenza di quanto previsto nei rapporti tra imprese, non può superare i 60 giorni e la relativa clausola deve essere provata per iscritto a pena di nullità.

I termini sono invece automaticamente raddoppiati a 60 giorni per le P.A. tenute al rispetto dei requisiti di trasparenza delle relazioni finanziarie tra gli stati membri e le loro imprese pubbliche e per gli enti pubblici che forniscono assistenza sanitaria

 

Marco Castellani

31 Gennaio 2013


Partecipa alla discussione sul forum.