I movimenti sul conto corrente del professionista

di Sentenze tributarie

Pubblicato il 22 gennaio 2013

se il Fisco contesta analiticamente i movimenti sul conto corrente del professionista, allora diventa onere del contribuente dimostrare che tali movimentazioni non configurano reddito evaso (C.T.R. di Roma)

se il Fisco contesta analiticamente i movimenti sul conto corrente del professionista, allora è onere del contribuente dimostrare che tali movimentazioni non configurano reddito evaso (C.T.R. di Roma)

Scarica il documento