Gli assegni non giustificati ma versati in conto fanno reddito

il Fisco può validamente imputare come redditi gli importi degli assegni versati sul conto del professionista e su quelli dei familiari per i quali non sono giustificati i versamenti (C.T.P. di Roma)


Partecipa alla discussione sul forum.