Novità fiscali del 21 dicembre 2012: le ultime modifiche alla legge di stabilità 2013

 

 
Indice:
1) Le cessioni dei giocatori sono imponibili ai fini IRAP?
2) Approvata in via definitiva la Legge sulle professioni “senza Albo”
3) Conferimento aziendale: ok alla riserva in sospensione d’imposta
4) E’ incostituzionale la riforma dell’ISEE
5) Scelta per la trasparenza fiscale entro fine anno
6) INPS: adozione del Sistema Unico di Protocollo Informatico
7) Modello EAS tardivo: da presentare entro il 31 dicembre
8) Entrate: pubblicata bozza del Modello Unico persone fisiche 2013
9) Legge di stabilità, fiducia del Senato: ecco le novità
10) Nuovi studi del Notariato: le questioni aperte su come qualificare fiscalmente i terreni
 

 
1) Le cessioni dei giocatori sono imponibili ai fini IRAP ?
Le plusvalenze derivanti dalla cessione del contratto di prestazione sportiva dei calciatori sono imponibili ai fini IRAP.
Ciò almeno secondo quanto sostenuto dall’Agenzia delle Entrate, tesi, peraltro, confortata dal parere n. 5285/2012 del Consiglio di Stato.
Infatti, il CdS ha stabilito che le plusvalenze realizzate dalle società calcistiche con la cessione dei contratti di prestazione sportiva dei calciatori vanno considerate in sede di determinazione della base imponibile dell’IRAP.
 
2) Approvata in via definitiva la Legge sulle professioni “senza Albo”
E arrivato il via libera definitivo alla proposta di legge sulle professioni non regolamentate.
Dunque, coloro che svolgono attività non regolamentate potranno costituire associazioni privatistiche di natura professionale, fondate su base volontaria (nessun obbligo, quindi, di farvi parte per potere esercitare la libera professione), senza alcun vincolo di rappresentanza esclusiva, con il solo fine di valorizzare le competenze degli associati e diffondere tra essi il rispetto di regole deontologiche. Quindi, ampio spazio alla formazione professionale dei propri iscritti. Le associazioni potranno, inoltre. rilasciare degli attestati relativi alla qualità della prestazione offerta.
 
3) Conferimento aziendale: ok alla riserva in sospensione d’imposta
E’ legittima la previsione dell’iscrizione in bilancio di un’apposita riserva in sospensione d’imposta corrispondente al plusvalore emerso dall’operazione di conferimento di ramo d’azienda.
In tal modo, la Corte di giustizia Ue, con la sentenza C-207/11 depositata il 19 dicembre 2012, salva la norma italiana sui conferimenti di rami d’azienda.
E’, quindi, legittimo e compatibile con la direttiva 90/434/Cee, l’art. 2 del D.Lgs. n. 544/1992.
Cessione in permuta immobile: Iva immediata
Niente valore normale. La Corte di giustizia Ue, con la sentenza depositata il 19 dicembre 2012, relativa alla causa C-549/11, ha deciso che l’impresa che accetta di vendere una porzione di un immobile da costruire in cambio della cessione del diritto di superficie su un terreno è tenuta a pagare l’Iva al momento della stipula dell’atto notarile perché in quel momento riceve il pagamento in natura della futura cessione del bene.
La base imponibile, essendo costituita dal corrispettivo ricevuto, non può essere quantificata nel valore normale della porzione immobiliare, salvo che l’operazione sia effettuata tra soggetti collegati. Trattandosi di corrispettivo in natura la base imponibile corrisponde al valore che l’impresa attribuisce alla controprestazione.
 
4) E’ incostituzionale la riforma dell’ISEE
Bloccata la riforma dell’ISEE. La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 297 del 19 dicembre 2012, ha, infatti, dichiarato incostituzionale l’art. 5 del Decreto “Salva–Italia” (D.L. n. 201/2011, convertito dalla Legge n. 214/2011), a seguito della questione di legittimità che era stata sollevata dalla Regione Veneto …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it