Novità fiscali del 18 dicembre 2012: il DURC si può trasmettere a mezzo PEC

 

 

Indice:

1) Assicurazione Sociale per l’Impiego: chiarimenti dall’INPS sugli aspetti contributivi

2) Sul web delle Entrate: disponibile anche la bozza 2013 del Modello Irap con tutte le novità

3) Lo studio professionale non inibisce l’agevolazione fiscale “prima casa”

4) La Commissione europea pubblica la proposta di modifica del Regolamento sulle procedure di insolvenza transfrontaliera

5) Integrazione logistica INPS-INPDAP-ENPALS: programmazione delle attività

6) PEC: bocciata la pubblica amministrazione

7) Durc tramite Pec: l’INAIL conferma la possibilità

8) Voucher acquistati da uffici postali: regolato rimborso per mancato utilizzo

9) Pronta l’istanza per chiedere il rimborso da mancata deduzione Irap

10) Processo tributario: le risposte ai quesiti del MEF sul contributo unificato

11) Legge di stabilità 2013 in Aula del Senato

12) Legge di Stabilità: al via rush finale, ok a congelamento riforma Province

 

 

1) Assicurazione Sociale per l’Impiego: chiarimenti dall’INPS sugli aspetti contributivi

L’art. 2 della Legge n. 92 del 28 giugno 2012 ha istituito, con decorrenza 1° gennaio 2013, l’Assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI), con la funzione di fornire un’indennità mensile di disoccupazione ai lavoratori che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione.

L’ASpI – che sostituisce la preesistente assicurazione contro la disoccupazione involontaria – si caratterizza per l’ampliamento della platea dei soggetti tutelati, per l’aumento della misura e della durata delle indennità erogabili agli aventi diritto, nonchè per un sistema di finanziamento alimentato da un contributo ordinario e da maggiorazioni contributive.

In tale contesto, l’INPS, con la circolare n. 140 del 14 dicembre 2012, ha illustrato l’ambito di applicazione e la disciplina relativa alla contribuzione di finanziamento della nuova assicurazione, unitamente alle istruzioni operative.

Contratti a tempo determinato e alcuni apprendistati saranno interessati alla contribuzione Aspi dell’1,61%.

Esclusi gli apprendisti assunti dalle liste di mobilità e le assunzioni agevolate con richiamo a contribuzione del 10%.

Per i contratti a tempo determinato in essere al 1° gennaio 2013, oltre alla contribuzione ordinaria (1,61%, fatte salve le eventuali riduzioni del contributo) è dovuta anche un’aliquota aggiuntiva dell’ 1,40% (non si applica a lavoratori assunti in sostituzione, apprendisti e alcune categorie di lavoratori stagionali).

Per incentivare le stabilizzazioni è prevista la restituzione della quota aggiuntiva (massimo per 6 mesi) nei casi di trasformazione a tempo indeterminato del contratto a termine o di stabilizzazione dei lavoratori, se intervenuta entro 6 mesi dalla fine del rapporto a termine.

(INPS, nota del 17 dicembre 2012)

 

 

2) Sul web delle Entrate: disponibile anche la bozza 2013 del Modello Irap con tutte le novità

E’ pronta anche la prima versione del Modello Irap 2013. E’, infatti, disponibile dal 17 dicembre 2012, sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, www.agenziaentrate.gov.it, la bozza della dichiarazione Irap utilizzabile nel 2013.

Tra le principali novità, l’incremento della deduzione forfetaria prevista per i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato di sesso femminile e per quelli di età inferiore ai 35 anni, come indicato dall’art. 2, comma 2, del D.L. n. 201/2011.

Aumenta la deduzione per donne e under 35

La deduzione dell’Irap passa da 4.600 euro a 10.600 euro per i lavoratori di sesso femminile e per quelli di età inferiore ai 35 anni, assunti a tempo indeterminato.

L’importo della deduzione passa, invece, da 9.200 euro a 15.200 euro per i lavoratori impiegati nelle imprese delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

La deduzione spetta a tutti i soggetti passivi Irap con esclusione delle Pubbliche Amministrazioni e delle mprese operanti in concessione e a tariffa nei settori dell’energia, dell’acqua, dei…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it